Come attivare Windows 7 definitivamente e renderlo genuino - Loader by Daz

Come vi abbiamo già mostrato precedentemente in questo articolo, esistono diverse strade per poter attivare la vostra copia di  Windows 7, in modo semplice e veloce. Oggi è stata rilasciata la versione 1.9.2 del loader by Daz (secondo metodo del vecchio articolo).

Attenzione però: sappiate che tutto ciò che andrò ad illustrarvi è solo a scolpo dimostrativo, non è un incitamento alla pirateria e non mi ritengo responsabile di ciò che farete. Fate tutto a vostro rischio e pericolo!

[consiglio]Piuttosto che scaricare la versione 1.9.2, vi consigliamo di seguire questo articolo, che aggiorniamo continuamente con l’ultima versione del Loader By Daz[/consiglio]

Ecco le modifiche che sono state introdotte con la versione 1.9.2:

  • Aggiunta la compatibilità per la nuova versione di GRLDR
  • Aggiunta un’opzione per disabilitare la tabella di ordinamento ACPI (usate questa opzione se il problema non viene risolto con le opzioni standard)
  • Aggiunta un’opzione per disabilitare l’uso del tipo di memoria 4 (provate questa opzione se perdere la genuinità dopo aver ibernato o sospeso il sistema)
  • Modificato l’interfaccia che ora mostra il seriale di sistema corrente
  • Risolto un bug che impediva all’applicazione di installare il loader su vecchie versioni di GRLDR
  • Altri fixes minori
Guida da seguire
Download Windows Loader v.1.9.2 by Daz
  • Jamal

    L'estesa ed esaustiva spiegazione della Sig.ra Lambiase, ha confermato quanto ero già sicuro e mi aspettavo di leggere. Non esiste soluzione SICURA , se non l'acquisto di una licenza.

    Non è che io faccia solo banking, ma come tanti, col computer faccio molte cose, tra cui il banking appunto. Un altro esempio può essere l'acquisto di prodotti su internet tramite carta di credito.

    Tra l'altro l'unica soluzione CERTA per questo tipo di attività, è l'utilizzo di una versione DVD live di linux, che non a caso è elencata nella mia check-list delle cose da portare in vacanza.

    Utilizzo linux anche in casa dal pc principale con soddisfazione.

    Ma nell'acquisto del portatile non mi è stato consentito di poter scegliere quale s.o. utilizzare risparmiando in questo modo un del denaro dal momento che era obbligatoriamente incluso.

    Anzi, per vendere meglio il prodotto è stata usata una tecnica truffaldina.

    Chiuso il discorso. Quasi . . .

    Con queste premesse, viene da sé pensare che tutti noi acquirenti, dovremmo avere il diritto di poter scegliere oltre all'hardware, anche l'eventuale s.o. accluso. Dovrebbe essere prevista anche la possibilità di acquistare un portatile "vuoto" da "riempire" a ns cura, magari con software open-source, senza che ci venga imposto per forza l'acquisto di un s.o. Microsoft.

    Mi viene un pò da ridere, nel leggere che quando la comunità internazionale ha imposto a Microsoft di permettere agli utenti la scelta del browser… E' una presa in giro, non credete?

    Con l'occasione ringrazio il Sig. Tanino, che mi ha suggerito una soluzione, ma temo che possa non fare al caso mio, per quanto già detto…

    Anzi da queste righe metto in guardia quanti vedono una facile soluzione utilizzare un s.o. ed eventuale crack scaricato da internet.

    Partendo dal concetto che a questo mondo NESSUNO regala nulla, è facilmente prevedibile che il nostro "nuovo" sistema, diventerà un "bot" nelle mani di delinquenti informatici per scopi criminali firmati con il nostro IP.

    Un'altra ipotesi, tutt'altro che suggestiva è l'attacco al ns portafoglio e di tutti quei componenti della famiglia che usano internet.

    Altro obiettivo sensibile è l'identità personale, a cui non diamo valore, ma che invece è preziosissima.

    Saluti

  • http://www.chimerarevo.com Jessica Lambiase

    @Jamal

    Salve innanzitutto.

    Purtroppo nei centri commerciali queste cose succedono spessissimo, anche perchè c'è un meccanismo complicatissimo (e anche molto, molto proficuo, te lo garantisco) di sovvenzioni per pubblicità, licenze e quant'altro: però,le clausole in minuscolo vanno sempre lette perchè ormai, in Italia, la chiarezza non esiste più. E, come al solito, chi resta se ne lava le mani. Assolutamente saggia l'idea di non intraprendere azioni legali, almeno non in questo caso: sarebbero uno stress tirato per le lunghe e di dubbio risultato anche se, palesemente, tu hai tutte le ragioni del mondo.

    In tutti i casi, tornando a noi, sto per darti una notizia che non credo ti farà piacere: Microsoft ha fatto in modo che una RC (release candidate, la versione di prova che è in tuo possesso con relativo seriale e translation pack) non possa mai diventare RTM (release to market, versione ufficiale del sistema) in maniera legale. E testare il tutto con metodi un po', come dire, "traversi", è impossibile: forse troppo complicato da fare, forse non c'è stato abbastanza impegno, ma non si è riusciti a trovare un rimedio adatto neanche a livello internazionale. Anzi ti dirò di più: non è possibile neanche tentare l'aggiornamento (previo acquisto di copia legale, eh) di Seven da RC a RTM: Microsoft costringe gli utenti a formattare completamente il drive di sistema, pena l'inutilizzabilità del sistema operativo con tanto di licenza originale. Tutto mi fa pensare sia stato fatto per questioni di sicurezza ma, non essendo io utente Microsoft, non saprei darti ulteriori spiegazioni.

    Infine, se hai tentato di installare la tua RC, credo tu abbia notato l'avviso di "Copia di Windows Non Genuina" (quello che è iniziato a comparire dopo il primo giugno 2009, se non ricordo male): è stato fatto soltanto per garantire agli utenti l'accesso e la possibilità di fare backup dei propri dati (almeno, in questo, sono umani…) offrendo le funzionalità di base del sistema, e rendendolo praticamente inutilizzabile per altri scopi.

    In parole povere, la tua copia di Windows è genuina, ma non è più sicura e quindi, secondo la mentalità di Microsoft, va sostituita completamente, senza possibilità di aggiornamento.

    A quanto ho capito utilizzi il computer per i meccanismi di home banking, e ritrovarsi con un sistema operativo (piratato) pieno di backdoor farebbe decisamente male al tuo "portafogli". Il mio consiglio quindi è questo: se il gioco non vale la candela tieni ben salda la tua idea di non scaricare immagini dubbie in posti strambi, piuttosto cerca qualche sovvenzione, agevolazione, contratto particolare.. anche una condivisione di licenza aziendale va benissimo, se ne hai la possibilità e hai gli agganci giusti. Altrimenti (e, ti posso garantire, dispiace anche a me dirlo), se hai intenzione di restare – per scelta o necessità – su Windows, compra una licenza: è vero, è abbastanza irritante ma..avrai la certezza che il tuo sistema operativo, relativamente all'affidabilità che di per sè può offrire, sarà sempre al massimo.

    Saluti.

  • http://www.chimerarevo.com Tanino Rulez

    @Jamal

    Ciao Jamal. Conosco molte persone che sono state prese in giro come te. Tornando a noi, l'unica cosa che posso dirti è che con il sistema di attivazione elencato sopra basterà un click per attivare la tua copia di Windows 7! Devi procurarti quindi una copia di Windows 7 finale, meglio se versione Ultimate.

    Fai attenzione ad una sola cosa: se in futuro scaricherai ed aggiornerai Windows 7 con il Service Pack 1, c'è una patch antipirateria che potrebbe scoprire che il tuo sistema non sia originale o contraffatto.

    Ho parlato anche di come risolvere questo problema in questa guida:

    http://www.chimerarevo.com/2010/08/22/windows-7-c

    Per qualsiasi cosa sono a disposizione, mi dispiace per l'accaduto ma credimi molte volte queste persone ne approfittano della bontà e delle poche conoscenze degli utenti….

    • Cgiampy11973

      io da un paio di giorni ho lo schermo nero però riesco a navigare ,ogni tanto mi ricorda che la copia di windows 7 home non è orig. possibile che in sei mesi gia scade ,non ci sarebbe un modo per sistemare la situaz.non ho altra scelta,a chi mi mi devo rivolgere?

      • http://www.chimerarevo.com Tanino Rulez

        Se segui l’attivazione con questo tool non avrai problemi, nessuno si è mai lamentato :)

  • Jamal

    Ho l'onore del primo commento. Con l'occasione saluto il sig. Revo a cui chiedo, come chiedo anche ad altri eventuali lettori un parere PONDERATO sul problema seguente . . .

    Questa è la situazione: mesi fa acquistai un portatile con Vista e il commesso del negozio mi garantì il passaggio gratuito a Seven. Questa promessa ha condizionato il mio acquisto. Successivamente ho tentato di attivare l'opzione del passaggio gratuito a W7. Ciò non è stato possibile. Ho contattato Microsoft che mi ha informato che per 15 giorni ero fuori dalla promozione. Recatomi al centro commerciale ho appreso dalla direzione che il commesso non lavorava più in quel negozio e mi hanno liquidato dicendomi che la direzione non era responsabile di quanto a suo tempo fu asserito dal commesso.

    Non ho nessuna intenzione di intraprendere azioni legali, nemmeno tramite l'associazione consumatori. – FINE DELLA PREMESSA –

    Oltre a WinXP SP3 regolarmente acquistato con fattura, ma ormai "vecchiotto", posseggo una copia in lingua inglese di Win 7 ORIGINALE di valutazione e relative chiavi di abilitazione e upgrade in lingua italiana, scaricati entrambi da Microsoft.

    Questa copia, essendo passati più di sei mesi dal rilascio non è più valida.

    Mi chiedo quale potrebbe essere il metodo migliore per attivarla e renderla permanente.

    Evitando lo scaricamento di altre immagini di Seven da posti sconosciuti, che potrebbero avere sorprese sgradevoli a bordo, visto che oggi col computer si fa anche banking, e il danno che si potrebbe avere, potrebbe essere enormemente superiore all'acquisto del S.O.

    Cordiali saluti.