Play Station Vita: modifica "in progress"

Con questo articolo vi voglio mantenere aggiornato sulla nuovissima console di casa Sony, la Ps Vita, che sarà nelle nostre mani a febbraio 2012. La consolle è già uscita in terra nipponica un paio di settimane fa ed è recente la notizia che, prima di essere commercializzata, era già stata hackata dal team SKFU. Stando alle ultime notizie trapelate in rete, è già uscito in “commercio” un tool capace di decriptare ed estrarre i PKG dei videogiochi realizzati per Vita. Attraverso questo tool è possibile estrarre varie informazioni del gioco, primo passo per creare in modo “sicuro” un hack completo in stile PSP. Ma come hanno fatto a fare ciò? La soluzione è semplice: la PS Vita utilizza le stesse chiavi AES già usate su PSP.

La prova è l’immagine pubblicata in dicembre:

che saluta il mondo in classico stile hacker “Hello World!”. L’ottimo lavoro fatto dal Teck4 sfrutta quindi la filosofia che, avendo Ps Vita un’emulatore PSP ed essendo pieni i giochi PSP di exploit utilizzabili, attraverso l’emulatore e un titolo PSP è possibile far girare codici non firmati anche su Ps Vita. Ed il gioco è fatto!

Ovviamente Sony non è rimasta con le mani in mano e ha pubblicato immediatamente una serie di aggiornamenti “obbligati” alla console, arrivando alla 1.50, che è stata subito bypassata da un altro hacker:

Immediata controbattuta dalla casa giapponese che ha obbligato l’aggiornamento alla 1.51. La lotta è impari ma non finisce qui, dato che è già uscito un tool in grado di bypassare i controlli imposti dal content Manager:

Per chi non lo sapesse, senza questo programma risulta impossibile copiare una qualsiasi cosa da PC a PS Vita senza avere un collegamento a internet, quindi un collegamento ai server Sony. Se volete potete scaricarlo qui. Che dirvi, dunque? Stay tuned, noi seguiremo in tempo reale per voi gli aggiornamenti a questa console, informandovi man mano non appena ci saranno ulteriori novità!

via | 12

4 Commenti

  1. Ruggi960

    Come godoooooooooo!!!,viva gli hacker

    Rispondi

Rispondi