Windows 8: potrebbe arrivare una nuovissima funzionalità di ripristino!

Il blog Windows8beta, già da un po’ fonte di informazioni relative al “presunto” nuovo sistema operativo di casa Microsoft, ha colpito ancora: questa volta è andato a spulciare un’intervista rilasciata ad un sito web made in China (che ho letto – o meglio, che Google Translate ha letto per me…e di cui, sebbene traducessi in inglese, ho capito ben poco) da una “pulce” di questi ultimi residente dritta dritta a casa Microsoft.

E, devo dire, i risultati di questa intervista sono stati davvero niente male:

  • Piccolo dibattito sul tempo di installazione della Milestone 2 di Windows 8, che diminuisce drasticamente rispetto a quello di installazioni di Windows 7 a parità di prestazioni (8 minuti contro circa 25 minuti di Windows 7),miglioramento che sembra essere confermato;
  • Nascita di un’interessantissima funzione codenamed “Press Reset Button“: esattamente come il nome lascia intendere, questa funzionalità dovrebbe permettere di ripristinare il sistema operativo (chiaramente lato software) alle cosiddette “impostazioni di fabbrica“, ovverosia al suo stato dopo il primo reboot postumo all’installazione. Molto interessante il fatto che potrebbe essere una procedura rapidissima (circa 2 minuti), che non vi sia bisogno di inserire il CD/DVD/$supportoingenerale del sistema operativo per ripristinare tutto e che i componenti memorizzati sull’hard disk al fine di effettuare quest’operazione occupino davvero uno spazio irrisorio.

Altre piccole funzionalità che WIndows8beta ci ha anticipato sono una sorta di App Store built-in nel sistema operativo, l’introduzione di un’icona nella superbar che mostra l’avanzamento del processo d’installazione delle periferiche, la possibilità di scegliere un’immagine personale che sarà mostrata durante la sessione all’interno della superbar e la possibilità di loggare nel sistema utilizzando il proprio Windows LiveID.

Rumours gustosissimi, ma saranno veri? Attendiamo sviluppi :)

3 Commenti

  1. Diego

    Io nonostante sia passato nel mio uso quotidiano al 100% al freesoftware mantengo un’installazione di Windows per i casi disperati.
    L’unica funzionalità che apprezzerei tantissimo è l’abbattimento verticale del costo di acquisto. Credo che per il bacino di utenza di Windows 100€ siano una cifra giusta che potrebbero anche incoraggiare gente che non ne ha intenzione a comprare una liceza originale.

    Rispondi

Rispondi