Alternativa a PS4 e Xbox One: assembliamo una console personalizzata [Gennaio 2014]

Le nuove console next-gen non vi convincono? Vediamo come costruirci da soli la nostra console da salotto

Le nuove console next-gen hanno ormai invaso il mercato video-ludico e promettono di fare scintille in questo 2014: PS4 e Xbox One (chi più, chi meno) sono entrate di prepotenza nei nostri salotti, pronte a farci divertire con nuovi ed entusiasmanti titoli.

Indubbiamente le nuove console sono un concentrato di potenza ma come tutti i loro predecessori non sono assolutamente “scalabili”: il prodotto viene venduto così com’è e non riceve nessun aggiornamento hardware di rilievo, escludendo riduzioni di dimensione o ampliamento dello storage per vendere a prezzo pieno i nuovi modelli. Questo riduce sensibilmente la “vita utile” della stessa console, che ora come ora non riesce a tenere il passo dei progressi tecnologici in atto da qualche anno; tutto scorre veloce ormai, la gente ama tenersi aggiornata e seguire il progresso; tutti sappiamo che ciò che esce questo mese è già abbastanza obsoleto tra 6-7 mesi, surclassato da prodotti migliori e più potenti: le console non sono da meno. Tempo 2 anni e già non tengono più il passo con i PC di fascia media, figuriamoci quelli di fascia alta.

Quindi se acquistiamo una console next-gen pre-assemblata nel 2014 (PS4, Xbox One o Wii U che sia) non stiamo facendo un investimento oculato a lungo termine: le stesse console saranno superate dai PC tra pochi mesi (le schede video consigliate in questo articolo fanno già molto meglio delle console citate) e i futuri giochi multi-piattaforma saranno inevitabilmente “castrati” per consentirli di girare sulle console. Ci sono le esclusive, è vero, ma da sole iniziano ad essere insufficienti per giustificare l’acquisto di una console embedded.

In questa guida faremo un bell’esperimento: ci costruiremo da soli la nostra console da gioco da piazzare in salotto al posto delle normali console embedded. Il tetto massimo di spesa per la console è di 686€ (dobbiamo creare un sistema video-ludico più potente della PS4 senza spendere una cifra troppo elevata) ed utilizzeremo le componenti destinate al PC, un fattore di forma per la scheda madre vagamente “consolaro” (Mini-ITX) senza rinunciare a nulla lato prestazioni, usabilità e stabilità. Impossibile? Scopriamolo insieme e traiamo da soli le conclusioni.

Nota bene: ci sono tantissimi giochi e ognuno di essi ha caratteristiche precise e dei livelli di settings diversi rispetto alle console; su quest’ultima metti il gioco e…giochi! Su PC non è sempre così.

Per poter rendere equa questa configurazione dobbiamo fissare una serie di parametri ben precisi: mettere al massimo le impostazioni sulla grafica avrà come unico scopo quello di far rallentare tutto con i giochi più esigenti! Considerando che sarà una console da salotto e cercheremo di spendere una cifra molto vicina a quelle delle console next-gen, i nostri parametri di riferimento sono facili da ottenere: la nostra console personalizzata dovrà far girare tutto molto bene per i prossimi 2 anni, e per “bene” intendo 1920x1080p (standard FullHD degli odierni TV) con un’impostazione dei filtri discreta ( almeno AntiAliasing a 4x e Anisotropic Filtering a 2x, che sono le impostazioni di default delle console next-gen) e valori di frame sempre sopra i 30 FPS.

Non è un traguardo impossibile: con la configurazione scelta copriremo sicuramente tutto il 2014-2015 senza rinunciare a nessuno dei parametri predefiniti; sarà poi compito dell’utente “sperimentare” e trovare il setting ideale in base al gioco scelto. Per i meno esperti tranquilli: i moderni giochi riconoscono da soli i limiti della scheda video ed impostato il setting migliore in base alla nostra configurazione.

 

Nella seguente guida verranno indicati i link d’acquisto ad Amazon per tutte le componenti: i prodotti segnalati si trovano anche a prezzo inferiore in altri store, ma preferisco segnalare i link Amazon per l’elevata affidabilità del servizio d’assistenza e la garanzia sicura per ogni componente acquistata.

Ecco un pratico indice per sfogliare in comodità la guida:

Assemblare una console personalizzata: le componenti indispensabili

 

 

Processore e dissipatore: AMD A-series A10-7700K quad-core @ 3.8 GHz (148€)

Partiamo da un’importante premessa: le CPU integrate su PS4 e Xbox One sono delle versioni customizzate delle APU AMD low-energy Jaguar (non accessibili ai destkop per ora), con istruzioni specifiche e integranti una soluzione grafica di assoluto livello derivata dall’AMD Radeon 7870. Nel nostro caso dobbiamo affidarci ad una CPU adeguata al gaming, pronta a soddisfare le richieste multi-thread dei giochi più esigenti  (giochi con molti NPC o mappe molto vaste) e pronta per spingere una GPU dedicata senza causare colli di bottiglia improvvisi.

Molti punterebbero ad occhi chiusi sulle soluzioni Intel (Core i5 nella nostra fascia di prezzo) senza considerare che i futuri giochi multi-piattaforma riceveranno notevoli ottimizzazioni per funzionare su piattaforma AMD (presente anche su PS4 e Xbox One). Per questo motivo ho puntato sulla soluzione più recente tra le APU per desktop firmate AMD: l’A10-7700K

console personalizzata

La scelta non è casuale: quest’APU è recentissima (uscita sul mercato a Gennaio 2014, vendita su Amazon a partire dal 17 Febbraio 2014) e sfrutta il nuovissimo socket FM2+ per una velocità di bus molto alta.

L’A-10 integra un controller dedicato per le RAM DDR3 a 2133 MHz: questo controller è in grado di aumentare le prestazioni dei dati in transito fino al 40% rispetto ai banchi di RAM da 1600 MHz (comunque supportati per retrocompatibilità); in poche parole un mostro!

Come da tradizione AMD, questa è a tutti gli effetti un’APU visto che integra al suo interno una GPU di tutto rispetto.

Guardando nel dettaglio il die dell’APU possiamo notare 2 dual-core classici x86-64 a 3.8 GHz destinati ai calcoli in serie (programmi Windows) e una GPU Radeon R7 per i calcoli in parallelo (tipici dei giochi), tutti integrati sullo stesso chip (tecnologia HSA)

console personalizzata

Da sola questa APU garantisce prestazioni con i giochi paragonabili ad una Radeon R7 o una NVIDIA GTX 650 senza usare una scheda video dedicata.

Ma AMD non si ferma qui, integrando in questa APU le istruzioni per il Dual Graphics: il processore, se rileva una scheda video AMD dedicata, suddivide il calcolo dei dati in parallelo tra le due GPU (APU e dedicata) operando in modalità parallela; è come installare fisicamente due schede video sulla stessa scheda madre. La tecnologia è ancora poco sfruttata dai giochi ma è solo questione di tempo, e noi saremo già pronti.

In conclusione: abbiamo una CPU molto buona per il calcolo seriale e per i task classici di un PC e contemporaneamente un mostro computazionale paragonabile alla CPU octa-core delle console PS4 e Xbox One. E non abbiamo ancora visto la scheda video che accompagna il sistema!

Essendo una Black Edition questa APU ha il moltiplicatore sbloccato e si presta all’overclock con estrema facilità!

Per gli amanti dei numeri: l‘R7 dell’APU integra 384 core grafici a 720 MHz ed eroga fino a 737 GFLOPS, che uniti ai 118 GFLOPS dei core x86-64 fa la bellezza di 855 GFLOPS (per puro confronto: l’APU della Xbox One fa 1310 GFLOPS, l’APU della PS4 fa 1840 GFLOPS).

Link Amazon | AMD A-series A10-7700K quad-core @ 3.8 GHz

 

Torna all’indice

 

 

Scheda madre : ASRock FM2A78M-ITX+ (79€)

Come “base” per la nostra console da gioco ci siamo affidati ad uno delle schede madri più potenti per il fattore di forma scelto (Mini-ITX) in grado di supportare senza problemi l’APU, le RAM e la scheda video scelta. Un piccolo mostro in miniatura questa ASRock FM2A78M-ITX+

consolo personalizzata

 

Nonostante le dimensioni contenute c’è tutto il necessario per creare una console da gioco molto potente:

  • HDMI-In per registrare da altre fonti digitali (console, lettori, ricevitori TV)
  • Socket FM2+ per processori AMD A-Series “Kaveri”
  • 2 slots DIMM-DDR3 Dual Channel fino a 2400 MHz
  • 1 slot PCIe 3.0 x16
  • Supporto AMD Dual Graphics
  • AMD Radeon R7/R5 Series integrata nelle APU A-Series
  • Input grafici: D-Sub, DVI-D, HDMI
  • Audio HD a 7.1 canali con protezione dei contenuti (Realtek ALC1150 Audio Codec)
  • Supporto DTS Connect
  • 6 x SATA3
  • 4 x USB 3.0 (2 Frontali, 2 posteriori), 6 x USB 2.0

Difficile chiedere di più a una scheda madre a quel prezzo.

Link Amazon | ASRock FM2A78M-ITX

 
Torna all’indice

 

 

Memorie RAM: G.Skill Ares 8 GB (2x4GB) DDR3 2133 MHz F3-2133C9D-8GAB (84€)

Per tenere il passo della fiammante A-10 installata e per sfruttare appieno le sue potenzialità (anche in combinazione con la scheda video di fascia alta) non potevamo accontentarci di memorie da 1600 MHz: esse non sono ben gestite dall’APU AMD (che ricordiamo integra un controller per memorie a 2133 MHz); per evitare di creare paurosi colli di bottiglia e per evitare di overcloccare modelli non predisposti per tali frequenze ho scelto due banchi di RAM DDR3 a 2133 MHz da 4 GB ognuno di ottima fattura e dotate di un profilo basso, l’ideale per case di ridotte dimensioni. Per rapporto qualità/prezzo le migliori sono le G.Skill Ares 8 DDR3 

console personalizzata

Frequenza di 2133 MHz, latenza di 9CL e dissipatore a profilo basso sono i suoi punti di forza. Andremo ad occupare tutti e due gli slot DDR3 della nostra scheda madre ma avremo montato due delle più veloci RAM operanti a queste frequenze, per 8 GB di puro divertimento. L’APU AMD già sta godendo!

NOTA BENE: questo tipo di memorie sono molto costose su store come Amazon. Solo per questo componente mi sono affidato ad uno store esterno affidabile.

Link acquisto | G.Skill Ares 8 GB (2x4GB) DDR3 2133 MHz F3-2133C9D-8GAB

 
Torna all’indice

 

 

Storage: SSD Samung 840 EVO 120 GB (75 €)

Non potevamo certo assemblare la nostra console con un disco meccanico ! L’SSD è d’obbligo su ogni console che si rispetti: oltre ad abbassare i tempi d’avvio dei sistemi operativi velocizza i caricamenti dei giochi, la loro installazione e in generale la reattività di tutto il sistema. Visto lo scopo prettamente gaming della configurazione puntare su soluzioni capienti avrebbe alzato di troppo il prezzo finale della console, per questo abbiamo puntato sul taglio più piccolo del Samsung 840 EVO, da 120 GB

Samsung SSD

Capienza più che adeguata alle nostre necessità (ci possiamo installare tranquillamente 10 giochi da 10 GB l’uno)  e grandi prestazioni grazie al SATA3 e alle ottimizzazioni Samsung. Spettacolare in accoppiata con l’APU AMD e le fulminee RAM.

Link Amazon | SSD Samung 840 EVO 120 GB

 

Torna all’indice

 

 

Scheda video: Sapphire AMD Radeon R9 270x 2GB GDDR5 (173€)

Senza compromessi, senza nessun limite, senza rivali: è la Radeon R9 270x, derivata diretta della 7870 (stessa GPU) la più potente scheda video di fascia medio-alta in circolazione (qui in edizione Sapphire)

Link Amazon | Sapphire AMD Radeon R9 270x 2GB GDDR5

console personalizzata

I numeri di questa scheda sono a dir poco straordinari:

  • Supporto tri-monitor via output:
    • 1 x HDMI (con 3D)
    • 1 x DisplayPort
    • 1 x Dual-Link DVI-D
    • 1 x Dual-Link DVI-I
  • GPU a 28 nanometri @ 1020 MHz (Overclock Sapphire automatico)
  • 1280 core grafici GCN (1700 in Dual Graphics AMD)
  • Larghezza di banda: 179.2 GB/s
  • Bus memoria a 256bit
  • 2048 MB di memoria video GDDR5 @ 1400 MHz
  • Supporto alla risoluzione 4K (4096X2160) via DisplayPort 1.2 e HDMI
  • Supporto PCIe 3.0 x16
  • Supporto alle DirectX 11.2 e OpenGL 4.3
  • Potenza di calcolo R9 270x: 2690 GFLOPS
  • Potenza di calcolo intero sistema (Dual-Graphics AMD): 3545 GFLOPS

PS4 e Xbox One impallidiscono davanti a questi dati: possiamo confrontare le due console direttamente nella nostra sezione schede tecniche e notare che nemmeno messe insieme raggiungono la potenza di questo sistema (!!!).

console personalizzata

 

 

Le console sono uscite da pochi mesi eppure il nostro sistema è già enormemente più potente (più del doppio per entrambe), senza aver speso una cifra lontanissima da quella spesa per una delle due console. Stiamo parlando di una GPU non recentissima, e di schede video che iniziano solo ora a sfruttare appieno lo slot PCI-Express 3.0…cosa possiamo aspettarci tra qualche mese?

Tempo Natale e le console saranno buone per far girare i giochi senza filtri!

 
Torna all’indice

 

 

Alimentatore: Corsair CX430 (42€)

Su questa componente non perderemo molto tempo: le possibilità di espansione sulla mini-ITX sono praticamente nulle (se si escludono le porte SATA) quindi basta scegliere un alimentatore adeguato al consumo elettrico delle componenti scelte. In questo caso il Corsair CX430 fa al caso nostro

Link Amazon | Corsair CX430

51+59yJHo9L

430 watt sono più che sufficienti per fornire energia alla scheda video performante (consumo massimo a pieno carico 180w) e all’APU AMD (95w): a conti fatti rimangono molti watt da sfruttare per le altre componenti del sistema (l’SSD è praticamente invisibile lato consumi, così come le eventuali periferiche USB collegate).

In una simulazione su uno dei tanti siti la nostra configurazione ottiene in full load (CPU e GPU al 100%, 4 periferiche USB collegate) questo valore

console personalizzata

Uno scenario difficile da raggiungere, eppure siamo già coperti dall’alimentatore e avanza ancora qualche watt.

 

Torna all’indice

 

 

Cooler Master Elite 120 Advanced (42€)

il case più conforme alla nostra configurazione non è enorme come i case midi-tower: l‘Elite 120 Advanced è uno dei case più compatti che ci siano in circolazione

Nonostante le dimensioni contenute il mini-case è studiato per far entrare tranquillamente schede video di fascia alta, alimentatori ATX e anche dei slot per masterizzatore e l’SSD. Certo il ricircolo dell’aria non è dei migliori rispetto ad un case classico, ma le numerose feritoie presenti permetteranno di tenere le temperature sotto controllo.

Link Amazon | Cooler Master Elite 120 Advanced

 
Torna all’indice

 

 

Scheda di rete LAN: integrata

Ben poco da aggiungere: la porta Ethernet integrata sulla scheda madre garantisce la massima velocità possibile per le nostre connessioni LAN (10/100/1000). Se volete connettervi alla rete Internet sconsiglio fortemente di usare il Wi-Fi nel gaming: gli sbalzi del segnale non sono ammessi durante il gioco online. Se il modem/router è troppo lontano possiamo rimediare con un gustoso extra: il kit powerline della TP-Link.

 

Torna all’indice

 

 

Lettore ottico interno: Masterizzatore LG GH24NSB0 DVD-RW (16€)

Rispetto alla guida per assemblare un PC fisso sulla nostra console è fondamentale la presenza di un lettore ottico per i giochi su DVD-ROM.

C’è Steam e ci sono molti siti che distribuiscono i giochi in digital delivering ma il mercato dei titoli su disco ottico è ancora molto attivo anche su PC. In più dobbiamo considerare la scarsa quantità di storage del nostro sistema ed agire di consequenza: molti file e backup possiamo masterizzarli su disco. Come lettore ottico ho scelto l’LG GH24NSB0 DVD-RW

51tAd9cNb9L._SL1000_

Veloce, pratico e affidabile. Legge e scrive CD e DVD di qualsiasi natura e dispone di due speciali modalità: una per leggere i dischi danneggiati e l’altra per eliminare qualsiasi rumore durante il funzionamento del lettore (utile se si gioca o si guarda un film).

Link Amazon | LG GH24NSB0 DVD-RW

 
Torna all’indice

 

 

Periferica di gioco principale: Controller Xbox 360/PC con cavo (27€)

Abbiamo creato la nostra console ma notiamo subito che manca qualcosa: almeno una periferica d’input è necessaria per gestire i nostri giochi preferiti. Certo all’inizio dell’installazione sarà necessario munirci di tastiera e mouse per configurare il sistema ma per fortuna Modern UI di Windows 8.1 e SteamOS supportano la gestione dell’interfaccia anche via controller. Il migliore nel nostro caso è quello derivato dalla Xbox 360 con filo

console personalizzata

Niente batterie, niente seccature: si connette il cavo USB ad una delle prese frontali nel nostro case e si inizia a giocare. Semplice ed immediato.

Link Amazon | Controller Xbox 360/PC con cavo

 

Torna all’indice

 

 

Sistema operativo: varie possibilità

Viene automatico pensare a Windows 7 o Windows 8 (rigorosamente a 64bit) per completare la nostra console, ma dobbiamo munirci di questi sistemi legalmente e purtroppo costano.

Per fortuna qualcosa si sta muovendo in ottica gaming: Valve è scesa in campo con Steam ed è pronta a ritagliarsi un posto nell’agguerrito mercato delle console con il lancio di Steam OS (sistema operativo gratis e open su base GNU/Linux firmato Valve) e le Steam Machine, vere e proprie console progettate utilizzando componenti da PC (esattamente come nel nostro caso: la nostra console è a tutti gli effetti una Steam Machine).

bigpictures

Un’interfaccia che nasce proprio per portare il grande mondo di Steam sulle nostre TV: tantissimi giochi a portata di clic o di controller. È possibile provare gratuitamente la beta di SteamOS al seguente indirizzo

Link download | SteamOS

La compatibilità con le periferiche e con i giochi è ancora molto acerba, ma grazie al grande lavoro svolto da NVIDIA e AMD negli ultimi mesi il supporto a questo nuovo OS migliorerà a vista d’occhio fino alla release stabile. Di riflesso anche Ubuntu e l’intero mondo GNU/Linux possono beneficiare da qualche mese della versione stabile del client di Steam: molti giochi Valve sono già stati portati efficacemente sul pinguino, resta solo da attendere l’arrivo dei titoli AAA (probabilmente con l’arrivo delle prime Steam Machine e l’uscita stabile di SteamOS).

Per giocare subito e senza attese la migliore strada resta sicuramente Windows 8.1, anche per una maggiore compatibilità con i driver AMD.

 

Torna all’indice

24 Commenti

  1. Giuseppe

    Ciao Giuseppe
    Volevo chiederti se è possibile montarci la (appena uscita sul mercato) Radeon R9 290X oppure la Radeon R9 290 X2 (preferisco quest’ultima,però)

    Si puo avere questo setup:
    Cooler Master Elite 130
    Samsung 840 EVO (extra vergine d’oliva??) 120 GB
    Memoria RAM 1X 8GB 1600 Mhz
    Alimentatore adeguato alle necessita (tenendo conto della ben piu esigente/impegnativa scheda grafica)

    Di puo fare? Mettere tutto dentro il Cooler Master Elite 130 senza compromessi ne modificando alcunchè?

    Rispondi
  2. Filippo

    Ciao Giuseppe.
    Ho visto che in giro c’è anche il case Cooler Master elite 130 advanced.
    Rispetto a quello indicato (120 advanced) ha delle migliorie rilevanti che magari potrebbero comportare una configurazione diversa del sistema?

    Rispondi
  3. giacomo11

    Vorrei fare una domanda… Se assemblo questo pc, posso giocare a tutti i giochi che usciranno in futuro senza problemi? Come assassin’s creed unity ecc… ??? Grazie in anticipo ;)

    Rispondi
  4. alfredo

    Ciao Giuseppe, e ciao a tutti. grazie per la tua recensione. Io ti scrivo per porti una domanda da estremo principiante. Per il budget che hai impostato io trovo dei portatili più potenti del desktop assemblato qui. Ad esempio la dell offre delle soluzioni davvero ottime. Secondo te potrebbe essere unalternativa valida per il gaming e per un utilizzo domestico ordinario? Grazie. Alfredo.

    Rispondi
    • Giuseppe Testa

      Più potenti con una scheda video simile a quella?

      Se parliamo di CPU si, si può trovare di meglio ma lato scheda video assolutamente no, si salvano solo gli Alienware.

      A questo aggiungiamo la naturale propensione dei notebook a riscaldare molto se sotto sforzo.

      Sono comunque interessato ai portatili Dell, quali sono i link? Grazie in anticipo :)

      Rispondi
      • alfredo

        Ciao Giuseppe, ti ho anticipato che sono ignorante in materia. Non saprei che differenze ci sono tra la scheda video del tuo assemblato e quella del Dell di cui parlavo. Questo è uno dei portatili (non il più potente) sul sito Dell: http://www.dell.com/it/p/inspiron-17r-5737/pd?oc=cn57325&model_id=inspiron-17r-5737
        Inoltre non sono uno sfegatato di gaming e perciò forse non noterei nemmeno la differenza di prestazioni tra varie console o pc.
        Ovvimente le differenze ci sono. Secondo me, la possibilità di sviluppare in futuro l’hardware è la più interessante nel tuo articolo. Ma in un mondo consumistico in cui si desidera l’oggetto pubblicizzato, mi chiedo chi sarebbe realmente interessato ad assemblarsi un desktop per il gaming?

        Rispondi
  5. Francesco Chicco Zawa-za

    proprio non capisco una cosa perchè usare una APU piu scheda video dedicata….ok per sfruttare il crossfire ma quello lo posso capire in un secondo momento non in partenza. secondo me uno o si accontenta delle prestazioni dell APU considerando il basso costo del sistema o resta su piattaforma am3 plus con un bella cpu FX,tipo 6300 o 8300 molto piu performante delle apu aggiungendo una bella scheda video dedicata.

    Rispondi
    • Giuseppe Testa

      Per le CPU FX non esiste scheda madre così piccola in grado di supportare PCI-E 3.0. Davvero le avevo provate tutte per inserire una FX nella configurazione ma era praticamente impossibile e ho scelto il “male minore” per non rinunciare alla larghezza di banda del nuovo standard PCI-E 3.0.

      Rispondi
  6. Riccardo Tucciarone

    Complimenti per la guida! Sono molto interessato all’assemblaggio di questo pc e probabilmente lo farò.
    Avrei solo alcune domande: Il dissipatore non lo vedo, esce insieme al quel processore?
    Per quanto riguarda il case, è un pò troppo piccolino forse e potrebbe influire sul circolo dell’aria, quale altro case potresti consigliarmi per adattare questi componenti?
    Infine per quanto riguarda l’alimentatore, siamo sicuri che riuscirà con i suoi 430W ad alimentare tutti i componenti anche al massimo sforzo?
    Grazie in anticipo e ancora complimenti!

    Rispondi
    • Giuseppe Testa

      - Il dissipatore è incluso nel pack :)

      - Il case è piccolo indubbiamente, ma è il migliore possibile per non portare il tower classico in salotto. Il ricircolo dell’aria non è dei migliori, ma le numerose feritoie aiutano

      - Ho fatto un test sui siti specializzati includendo tutte le periferiche segnalate e spingendole al massimo (con 4 periferiche USB collegate): l’alimentatore regge il carico tranquillamente. Nulla vieta però di installarne uno più grande :)

      Rispondi
      • Riccardo Tucciarone

        Grazie per la risposta ;) posso fidarmi del dissipatore incluso o mi conviene prenderne un altro?

        Rispondi
        • Giuseppe Testa

          Le versioni black edition di AMD integrano un buon dissipatore. Se non fai overclock pesante va più che bene (regge anche piccoli overclock).

          Rispondi
          • Riccardo Tucciarone

            Perfetto grazie mille per tutto! ;)

            Rispondi
            • Riccardo Tucciarone

              Scusa per il tormento xD Ma se volessi cambiare il processore con un AMD FX 8350 nulla me lo vieta o dovrei cambiare qualcosa nella configurazione?

            • Giuseppe Testa

              Impossibile: attualmente i socket degli AMD FX non supportano il PCI-Express 3.0, prerogativa importante per sfruttare la scheda video segnalata (e nuovi modelli in arrivo). Puntando sugli FX perdi questa feature e bisogna cambiare totalmente scheda madre

  7. Filippo

    Davvero molto utile la guida.
    Io posseggo una PS3, e stavo riflettendo sull’eventualità di prendere la PS4, ma per via delle limitazioni nel settore multimedia volevo accostarci un minix NEO X7.
    Tuttavia dopo aver letto questa guida mi si è aperto un mondo :) Al diavolo PS e minix!!!

    Magari per prossime guide prova di ogni componente a fornire un paio di opzioni: in questo modo diventa molto più flessibile come sistema.
    Complimenti per l’idea.

    Rispondi
    • Giuseppe Testa

      Un consiglio che seguirò: vedrò di offrire più alternative in base alla fascia di prezzo. :)

      Grazie per i complimenti :D

      Rispondi
  8. Davide Bettin

    Bella guida!
    Fa voglia di farsi un pc nuovo!!! Maledetto!!!
    un pc del genere non penso faccia problemi a far girare neanche gli emulatori per la Wii o ps3 o magari un bel Tekken 3 via MAME
    Ci sarebbe da aggiungere un telecomando wii (la barra ce la costruiamo in casa)

    Rispondi
  9. traini enrico matteo

    Bravi stavo cercando una guida simile!!!

    Rispondi
  10. Marco Cervellera

    Guida davvero interessante e utile! Ottima base da cui partire ed eventualmente modificare (in meglio o peggio in base alla disponibilità economica).
    Con un aggiornamento annuale, facendo riferimento ogni volta all’anno precedete per eventuali modifiche, sarebbe un ottimo punto di riferimento!

    Rispondi

Rispondi