La storia degli algoritmi di ricerca di Google dal 2003 ai giorni nostri! [Infografica]

Tutti ormai conoscono il nome di Google e in tanti utilizziamo i servizi del colosso di Mountain View, da Gmail ad Android, da Google Plus a Youtube e Google Maps, giusto per citare i piu’ noti, per non parlare degli svariati Doodle, gli auguri per le Vacanze di Natale dal team di programmazione Android e il portale del Santa Claus Tracking.

Eppure, quando ancora Larry Page e Sergey Brin erano studenti universitari, non potevano immaginare che con un ‘semplice’ algoritmo di ricerca sul web avrebbero rivoluzionato la rete e come oggi la intendiamo. Google non è stato il primo motore di ricerca (all’epoca c’erano Virgilio, Arianna, Libero…), ma sicuramente ai giorni nostri è il piu’ utilizzato in tantissimi modi: le migliorie ed i raffinamenti sono stati innumerevoli, da quando fu realizzato per la prima volta nel ‘lontano’ 1998 su un comunissimo web server ponendo le basi per quello è considerato ad oggi IL motore di ricerca migliore in assoluto. Si stima che l’intero sistema sia in costante crescita e sia sviluppato su circa 10 datacenter sparsi per il mondo, strutturato su oltre 900.000 server in totale, il che fa di Google la più grande infrastruttura di server e rete a livello planetario. Una potenza di calcolo senza dubbio straordinaria, che si occupa di servire non solo gli utenti nelle normali operazioni di ricerca, bensì in tutta una serie di servizi per cui ormai Google è nota. Parliamo di ricerche effettuate in pochi millisecondi su milioni di pagine web elaborate da sistemi in grado di indicizzarne il contenuto giornalmente, senza che l’utente si accorga quasi per niente di cio’ che sta accadendo, per ritrovare istantaneamente e senza rallentamenti, sullo schermo del suo pc o smartphone, ciò che desidera.

Non solo numeri e quantità dei contenuti, ma sopratutto qualità nelle ricerche, con gli anni sempre piu’ raffinate e personalizzate. Oggi vi presentiamo, con l’aiuto di una infografica, il panorama degli algoritmi di ricerca utilizzati proprio da Google nel corso degli ultimi 10 anni, algoritmi che si sono occupati in prevalenza di contrastare lo spam nei risultati stessi,  offrire una ricerca molto piu’ mirata e personalizzata per l’utente, integrare il motore di ricerca nei contesti dei social web, presentando modifiche anti-spam (rappresentate nell’infografica stessa dal simbolo del ‘bug’ – insetto) e funzionali-strutturali (contraddistinte dall”ingranaggio’).

GoogleAlgoritmi


Visita lo Shop ufficiale di Chimera Revo: troverai tantissimi accessori, gadget, smartphone e tablet. Ti aspettiamo!


8 Commenti

  1. mariorava

    Tra i “vecchi” motori di ricerca, per uscire dall’ambito italiano, mi ricordo che usavo prima Lycos e poi Altavista che rappresentò un grande passo in avanti. Posso dare un piccolo suggerimento? Perché non fare anche un piccolo glossario dei termini tecnici e degli acronimi utilizzati?
    Comunque complimenti sia per questo articolo e per tutta Chimero Revo. Auguri!!

    Rispondi
    • Tanino Rulez

      Ciao :) Innanzitutto auguri, essendo oggi Natale :D Poi volevo dirti che sarò ben lieto di scrivere un articolo come suggerito, ma non ho ben capito quali termini tecnici intendi. Devo fare un articolo inerente ai termini tecnici solo per quanto riguarda Internet e il SEO? Ho inteso bene? :)

      Rispondi

Rispondi