Velocità di 1 Terabit al secondo su fibra ottica: record di un progetto tutto italiano

Un nuovo record, nato da un progetto italiano, è stato fissato grazie ai ricercatori della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Si tratta della velocità dei collegamenti tramite fibra ottica, il mezzo trasmissivo più performante che abbiamo mai avuto. Da una ricerca portata avanti con la collaborazione del Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del CNIT e di Ericsson, si è raggiunta la disarmante velocità record di 1 Terabit per secondo!

La sperimentazione è stata possibile utilizzando gli strumenti della compagnia spagnola Telefonica, la quale ha messo a disposizione un tratto di ben 300 chilometri costituito da fibra ottica. In questo modo i ricercatori hanno avuto modo di constatare i risultati del proprio lavoro: 1 terabit di informazioni in un secondo, l’equivalente di circa 300 film in alta definizione o 30.000 film in qualità standard. Con una velocità del genere è possibile gestire 500.000 collegamenti ADSL a 20 Mbps, 120 milioni di videochiamate oppure due miliardi di telefonate.

L’incredibile velocità di trasmissione, se applicati alle attuali reti, apporterebbero benefici immediati e significativi. Innanzitutto un canale di trasmissione più potente consente di gestire contemporaneamente un numero maggiore di utenze. Un discorso analogo vale anche per la velocità di ogni singola utenza, da cui scaturisce una migliore stabilità.

via

5 Commenti

  1. Davide

    Ironia della sorte, questi risultati vengono raggiunti da ricercatori di un paese nel quale la trasmissione dati è tra le più, se non la più scarsa d’Europa, un vero paradosso.

    Rispondi
  2. Aury88

    purtroppo non sono riuscito, causa mancanza di tempo, ad avere altre informazioni più specifiche nè su questo nè sull’esperimento precedente (anch’esso recod mondiale prima di venir superato con questo). come si è raggiunto questo risultato? è tutto frutto di compressione di dati o ci sono di mezzo anche modifiche hardware agli apparati di comunicazione ottica?

    Rispondi
    • rds89

      Purtroppo i ricercatori non hanno ancora dato informazioni a riguardo, almeno tramite Internet. Ci sono state delle conferenze in cui hanno parlato di questo progetto, ma non so se hanno mostrato anche le idee che hanno permesso di raggiungere questo risultato.

      Rispondi

Rispondi