Electric Sheep: uno screensaver davvero ipnotico!

Inizio oggi la mia collaborazione con Chimera Revo presentandovi un software molto interessante: Electric Sheep. A mio avviso, si tratta del miglior screensaver in assoluto. Infatti io non lo uso! Mi spiego meglio: è talmente “ipnotico” che risulta assolutamente deleterio per qualunque attività produttiva (che si tratti di studio o lavoro), dato che appena si avvia è impossibile non guardarlo per ore. Inoltre, la cosa più interessante è che si tratta di un vero e proprio progetto di calcolo distribuito.

Riporto la descrizione presente alla home del progetto (tradotta liberamente da me):

Electric Sheep è un artwork astratto collaborativo fondato da Scott Draves. Viene usato da migliaia di persone in tutto il mondo e può essere installato su ogni comune PC o Mac. Quando questi computer “dormono”, Electric Sheep si attiva e il computer comunica con tutti gli altri attraverso la rete per condividere il lavoro necessario a creare animazioni astratte che ricordano molto l’arte frattale. Queste animazioni vengono appunto chiamate “sheep” (pecora).

Chiunque stia guardando una di queste animazioni può anche votare la sua preferita usando la tastiera. La sheep più apprezzata vive più a lungo, e si riproduce secondo un algoritmo genetico che simula i fenomeni della mutazione e del cross-over. In questo modo, il “gregge” si evolve per soddisfare gli utenti di tutto il mondo. È anche possibile creare la propria “sheep” e inviarla al “gene pool.”

Il risultato è un “sogno di androidi” collettivo, che unisce gli uomini e le macchine per creare una forma di vita artificiale. Un altro aspetto a favore di questo progetto è la licenza open source sotto cui è rilasciato il software (GPLv2) e quella sotto cui sono disponibili i filmati generati (Creative Commons). Se avete letto la descrizione, vi sarete sicuramente incuriositi. Ecco quindi la pagina di download per Linux (leggete prima sotto!), Windows e Mac OS X:

Ultima chicca: da qualche tempo è disponibile anche per Android come app e come sfondo animato! Purtroppo è a pagamento e sono incluse solo 100 “sheep”, se ne volete altre dovete pagarle. Non so se l’app per Android sia open source. Inoltre, io l’ho provata sul mio Samsung Galaxy S II ed è molto pesante. Ecco comunque il link a Google Play Store:

[app]com.spotworks.electricsheep[/app]

Installare Electric Sheep su Ubuntu

Su Linux (Ubuntu) sconsiglio vivamente di installare Electric Sheep dal pacchetto presente alla pagina appena linkata, perché la procedura è parecchio complicata. Consiglio invece di procedere in questo modo:

1) installate Electric Sheep direttamente dai repository ufficiali. Per farlo aprite il terminale e copiate il seguente comando (confermate la scelta quando ve lo chiede):

sudo apt-get install electricsheep

NB: la versione presente nei repo ufficiali è piuttosto vecchia, ma sembra comunque funzionare bene

2) se avete una versione di Ubuntu precedente alla 11.10, passate al punto 7.
3) se avete una vesione di Ubuntu successiva alla 11.10 compresa, è necessario rimuovere gnome-screensaver e installare xscreensaver. Per farlo sono sufficienti i comandi (anche qui confermate):

sudo apt-get remove gnome-screensaver
sudo apt-get install xscreensaver xscreensaver-gl-extra xscreensaver-data-extra

4) aggiungete “xscreensaver -nosplash” senza virgolette alle Applicazioni di Avvio.
5) riavviate.
6) aprite il file di configurazione di xscreensaver digitando:

gedit ~/.xscreensaver

Ora all’interno del file dovreste avere una lista di screensaver che dovrebbe apparire circa così (i nomi potrebbero non essere uguali):

GL:                 photopile -root                   \n\
GL:                 skytentacles -root                \n\
GL:                 rubikblocks -root                 \n\
unicode -root                    \n\

Alla fine di questa lista (NON alla fine del file) copiate questa riga:

GL: electricsheep –root 1 \n\

salvate il file e chiudete.
7) adesso dovreste avere “Screensaver” tra i programmi o nelle impostazioni. Apritelo.
8) nella lista di screensaver dovreste trovare “Electricsheep”. Provate ad aprire la preview e guardate se funziona (NB: inizialmente potrebbe metterci un po’ perché deve scaricare almeno le prime “sheep”. Se ci mette più di qualche minuto provate a chiudere e riaprire la preview).
9) se volete mettere mano alle impostazioni di Electric Sheep digitate da terminale:

electricsheep-preferences

10) se avete installato xscreensaver ma avete problemi di qualsiasi tipo, per tornare allo stato iniziale reinstallando gnome-screensaver è sufficiente eseguire questi comandi:

sudo apt-get remove xscreensaver xscreensaver-gl-extra xscreensaver-data-extra
sudo rm /usr/bin/gnome-screensaver-command
sudo apt-get install gnome-screensaver

Alcune parti della guida sono state prese da webupd8.

1 Commento

  1. Aury88

    l’avevo installata un annetto fa mi sembra semplicemente da repository o USC…
    dopo un po’ l’ho disistallata perchè mi ha creato una cartella sotto la mia directory e ha cominciato a riempirla di immagini e filmati del “sogno” e prima che me ne acoorgessi aveva occupat uno spazio considerevole sul HD. è molto bello come screensaver, ma proprio per le sue caratteristiche di “sogno distribuito” occupa banda e capacità computazionale, cose da evitarsi assolutamente su portatili e smartphone staccati dall’alimentazione e se non si ha una tariffa flat per la connessione.

    Rispondi

Rispondi