Arriva il kernel Linux 3.8.3: ancora una versione bugfix

linux tux scheletro

Rieccoci a parlare del fulcro del nostro sistema operativo preferito: è recentissimo l’annuncio della terza maintenance release della famiglia dei kernel Linux 3.8, che fa avanzare il cuore pulsante di tutti i sistemi operativi linux-based alla versione 3.8.3.

Ancora una versione quasi totalmente bugfix che tende a risolvere alcuni problemi noti (ad esempio con le architetture ARM, con i dischi raid o ancora con l’architettura audio ALSA); ecco una parte del changelog dedicato al kernel Linux 3.8.3:

  • ALSA: vmaster: Fix slave change notification
  • w1-gpio: fix section mismatch
  • USB: Fix connected device switch to Inactive state
  • vfs: fix pipe counter breakage
  • usbnet: smsc95xx: fix suspend failure
  • crypto: user – fix info leaks in report API
  • x86/kvm: Fix pvclock vsyscall fixmap
  • CIFS: Fix missing of oplock_read value in smb30_values structure
  • drm/i915: Fix Haswell/CRW PCI IDs
  • ARM: 7663/1: perf: fix ARMv7 EVTYPE_MASK to include NSH bit
  • md/raid1,raid10: fix deadlock with freeze_array()
  • ath9k_htc: fix signal strength handling issues

E non è tutto. Gli addetti ai lavori potranno trovare il changelog completo in questa pagina.

Installare il Kernel Linux 3.8.3 su Ubuntu

Se volete installare facilmente e velocemente il nuovo kernel sul vostro Ubuntu (versioni 13.04/12.10/12.04/11.10 le consigliate), il mio consiglio è affidarvi allo script che trovate di seguito. Ecco tutto ciò che dovete fare! Aprite il terminale e digitate:

cd /tmp
wget http://dl.dropbox.com/u/47950494/upubuntu.com/kernel-3.8.3 -O linux-kernel-3.8.3
chmod +x linux-kernel-3.8.3
sudo sh linux-kernel-3.8.3

Adesso riavviate il sistema e verificate che la versione sia effettivamente la 3.8.3 tramite il comando:

uname -r

Come al solito, nel caso in cui vogliate rimuovere il nuovo Kernel, vi basterà seguire questa guida.

ATTENZIONE: se avete dei problemi (tipo schermo nero) e possedete una scheda Nvidia, aprite un terminale di emergenza (battendo a tastiera ALT+CTRL+F1, o F2… fino a F8) e digitate i seguenti comandi:

cd /usr/src/linux-headers-3.8-030803/arch/x86/include
sudo cp -v generated/asm/unistd* ./asm

Naturalmente il path a voi potrebbe essere un pochino diverso (se, ad esempio, possedete un sistema a 64, bit l’x86 del comando precedente potrebbe trasformarsi in x86_64).

NB: dopo aver installato il nuovo kernel esiste la possibilità che alcuni driver (ad es. video e wireless) smettano di funzionare. Tutto sta nel disinstallarli e reinstallarli prima di riavviare il sistema (potreste ritrovarvi nell’impossibilità di utilizzare l’interfaccia grafica, oppure la rete wireless) oppure utilizzando un vecchio kernel.

[via]


Visita lo Shop ufficiale di Chimera Revo: troverai tantissimi accessori, gadget, smartphone e tablet. Ti aspettiamo!


1 Commento

  1. andrea zubenko

    Ovviamente è un bene che ci siano i bugfix, ma questi rilasci incredibilmente veloci di relase di bugfix mi fanno pensare che si potrebbe testare un po’ di più…

    Rispondi

Rispondi