Ubuntu 12.04 Precise Pangolin: ecco una guida completa post-installazione

Un bel fresh install dell’ultima versione (qui troverete i link per il download) del nostro sistema operativo preferito: quale cosa più snervante?

Non sapete quante volte mi è capitato di tirare giù qualche parolaccia quando, dopo aver reinstallato un sistema operativo da zero, mi sono ritrovata a non avere immediatamente a disposizione ciò che cercavo perchè.. avevo dimenticato di installarlo!

Con questa mini-guida (mini?! vabbè, relativamente…) mi prefiggo di aiutarvi a personalizzare il sistema (sia per librerie e codec, sia per applicativi installati) secondo le vostre esigenze già immediatamente dopo il primo riavvio post-installazione, così da alleggerirvi un po’ lo stress mentale! :)

Questa guida si strutturerà, fondamentalmente, in quattro punti fondamentali: l’impostazione del sistema, l’ottimizzazione di codecs e riproduttori multimediali, l’eventuale installazione di qualche programma di grafica, ed infine – ma soltanto in ordine di elenco – la personalizzazione dell’interfaccia di sistema! Enjoy!

Sistema

Il primo passo: aggiornamento dei repository e dei pacchetti già installati

Innanzitutto, subito dopo aver finito con l’installazione, aggiorniamo immediatamente tutti i pacchetti presenti nel sistema: evidenziamo la dash (premendo il tasto “Super”, quello con l’iconcina di Windows o di Apple per intenderci) e scriviamo, nel campo di ricerca, la parola “Terminale” (senza virgolette). Clickiamo sull’icona della shell e, al suo interno, diamo i comandi

sudo apt-get update
sudo apt-get dist-upgrade

Ci ritroveremo così aggiornati tutti i pacchetti di default alle loro ultime versioni.

Completamento installazione supporto lingue

Lo sapete che… se non avete scaricato gli aggiornamenti tramite la rete all’atto dell’installazione… finirete per ritrovarvi col sistema operativo mezzo-italiano-mezzo-inglese?

Per porre immediatamente rimedio a ciò fate click sul tasto impostazioni/spegnimento (sul pannello, di fianco al vostro nome), selezionate Impostazioni di sistema, dopodichè fate click su Supporto Lingue. A quel punto sarà il sistema stesso a chiedervi se desiderate completarne l’installazione: selezionate Installa… ed il gioco è fatto! Ricordatevi di riavviare il computer per rendere effettive le modifiche!

Aggiornamento Drivers Proprietari

Il mio consiglio è di verificare immediatamente se sono disponibili drivers proprietari per il vostro hardware. Tutto ciò che dovrete fare sarà premere la combinazione di tasti ALT+F2 e scrivere, al suo interno, la stringa

jockey-gtk

Attendete il completamento della ricerca ed eventualmente aggiornate i vostri drivers.

Aggiornamento/Installazione driver video

Con tutti gli effetti grafici che esistono, e considerando anche il fatto che Unity è totalmente basato su Compiz… beh, l’installazione dei drivers ad-hoc per la propria scheda video è obbligatoria!

Se avete una scheda video AMD ATI installate i Catalyst seguendo questa procedura (al momento della scrittura dell’articolo i drivers sono alla versione 12.3); altrimenti, se la vostra scheda video fosse NVIDIA, seguite questa procedura (al momento i drivers sono aggiornati alla versione 295.40).

Abilitare il supporto alla scrittura su filesystem NTFS

Forse non lo avrete mai notato, ma su un sistema di fresca installazione il supporto alla scrittura NTFS (filesystem predefinito di Windows), di norma, non è abilitato. Un esempio? Se avete eseguito un’installazione minimale di Ubuntu (con l’ISO “alternate” o col netinstall) non potrete scrivere su NTFS in maniera nativa. Come risolvere? Installando il pacchetto ntfs-3g clickando qui (oppure digitando da terminale sudo apt-get install ntfs-3g).

Installazione restricted extras

Questo è un metapacchetto comodissimo, che permette di installare in un solo colpo un mare di librerie ed utilities per gli utilizzi più disparati, che vanno dall’estrazione dei .cab di Windows, all’estrazione di files .rar, al supporto di alcuni tipi di fotocamere, al supporto allo sviluppo di X… e tanto altro ancora. Tutte le librerie/applicazioni/drivers sono riuniti in questo metapacchetto per via di questioni di redistribuzione e di licensing (no, non possono essere installati e distribuiti insieme al sistema operativo). Per installare Ubuntu Restricted Extras potrete fare click qui (o, in alternativa, aprire un terminale e digitare sudo apt-get install ubuntu-restricted-extras).

Sostituzione USC con GDebi per la gestione dei singoli pacchetti

Se credete che Ubuntu Software Center sia creativo, bellissimo, intrigante, utile, funzionale ma… un po’ eccessivo per gestire i singoli pacchetti .deb, allora questa è la voce che fa per voi. Come sostituire il buon vecchio GDebi ad Ubuntu Software Center?

Innanzitutto installate GDebi clickando qui (oppure digitando a terminale sudo apt-get install gdebi), dopodichè fate click destro su un qualsiasi pacchetto .deb, selezionate Proprietà, spostatevi sul tab “Apri Con”, selezionate GDebi dalla finestra di scelta e, infine, clickate su Imposta come predefinita.

Installazione Java

Nota dolente, visto che openjdk non è più disponibile nei repository Ubuntu? Nah, non proprio! Utilizzando questo tutorial potremo installare l’ultima versione (al momento è la 6 update 31) di Java sul nostro Precise nuovo di zecca!

Multimedia

Codecs – Frameworks

Flash Plugin

Non c’è bisogno di spiegazioni particolari: semplicemente il riproduttore flash per Ubuntu! Occhio, però: l’ultima versione di Flash per Linux sarà la 11.2, dopodichè il supporto per Flash sarà fornito soltanto dai browser Chrome/Chromium (qui la notizia). Bella batosta, eh? Ora avete due scelte: potrete installare flasplugin dai repository di Ubuntu clickando qui (oppure digitando, da terminale, sudo apt-get install flashplugin-installer), o in alternativa installare il browser Chrome clickando qui  e seguire questo procedimento per utilizzare il plugin Flash di Chrome anche su Firefox.

Fluendo

Se non avete abilitato l’installazione di codecs di terze parti in fase di setup del sistema.. beh, è ora di installare il codec Fluendo, non distribuito insieme ad Ubuntu a causa di vincoli di licenza. A cosa serve? Beh, a riprodurre files multimediali basati sulla codifica mp3. Installarli è semplice: aprite un terminale e digitate

sudo apt-get update
sudo apt-get install gstreamer0.10-fluendo-plugins-mp3

Medibuntu

Medibuntu ( Multimedia, Entertainment & Distractions In Ubuntu ) è un repository contenente pacchetti che non possono essere inclusi nella distribuzione Ubuntu per motivi legali (diritto d’autore, licenze, brevetti…) ma che sono fondamentali per avere un sistema completo di ogni codec per evitare di avere problemi con la riproduzione di file audio e video. In questa pagina potrete trovare una guida per installare i codecs Medibuntu in Ubuntu 12.04 Precise.

FFMpeg

E’ un framework completo multipiattaforma per la codifica/decodifica di contenuto multimediale. E’ fondamentale installarlo se si utilizza il proprio sistema anche per operazioni di conversione audio/video da un formato all’altro. Potrete installare ffmpeg – tramite aptURL – clickando su questo link (o digitando, da terminale, sudo apt-get install ffmpeg).

Mencoder

Ottimo decodificatore video command-line based, alla base di mplayer, dalle molteplici funzioni. Fondamentale installarlo se si usa la propria macchina come riproduttore/convertitore video. Potrete installare mencoder – tramite aptURL – clickando su questo link (o digitando, da terminale, sudo apt-get install mencoder).

Transcoders

DVD::Rip

E’ una suite completa per il transcoding DVD, dalla grafica leggera ma funzionale, scritta in Perl. Nessuna dipendenza grafica particolare (non installerà librerie gnome o KDE-based), un must per chi ha bisogno di creare copie di backup dei propri DVD in altri formati. Potrete installare DVD::Rip – utilizzando aptURL – clickando su questo link (o in alternativa aprendo un terminale e digitando sudo apt-get install dvdrip).

K9Copy (KDE-Based)

E’ un ottimo transcodificatore, permette di creare e masterizzare copie di backup (beh, così si dice “ufficialmente” :) ) di supporti DVD single e dual layer. Permette, tra le altre cose, di riconvertire un DVD dual-layer in modo da poterlo trasferire su un supporto single-layer, scegliendo anche quale decodificatore (MEncoder o FFMpeg) utilizzare durante il processo. Occhio: è KDE-based, ragion per cui porterà con sè, come dipendenza, tutte le librerie relative a KDE. Potrete installare K9Copy – utilizzando aptURL – clickando su questo link (o in alternativa aprendo un terminale e digitando sudo apt-get install k9copy).

Players

Mplayer

Mplayer è un riproduttore multimediale da linea di comando, ottimo per performance e adattabilità. Non starò qui a spiegarvi nei dettagli l’utilizzo di mplayer, ma mi limiterò a dirvi che è un riproduttore alla base di tantissimi programmi multimediali, inclusi i vari riproduttori DVD, i codificatori/decodificatori DivX, alcuni programmi di masterizzazione e molti, molti altri. E’ un must. Potrete installarlo – sempre tramite il meccanismo apturl - facendo click su questo link (oppure da terminale, digitando sudo apt-get install mplayer). MPlayer installerà come dipendenza anche il decodificatore mencoder.

VLC

Non tutti preferiscono Rhythmbox: c’è chi, come me ad esempio, è più orientato a players multimediali efficienti ma allo stesso tempo dall’interfaccia minimale. E’ questo il caso di VideoLAN VLC: sfido chiunque a non riconoscere questo player multimediale, noto per la sua completezza (legge audio e video dei formati più disparati) e la sua semplicità di utilizzo. Una buona guida per installare l’ultima versione di VLC tramite i repository proprietari potrete trovarla in questa pagina. In alternativa potrete installare la versione di VLC (che dovrebbe essere la 2.0.1) presente nei repository Universe di Precise, facendo click su prima questo link e poi su quest’altro (il che equivale ad aprire un terminale e digitare sudo apt-get install vlc mozilla-plugin-vlc).

Vi ricordo che a partire da VLC 2.0 è possibile integrare il lettore nel menu audio di Ubuntu (sia su Gnome 3 che su Unity); troverete le istruzioni in questa pagina.

Grafica

GIMP

Assolutamente un must! Gnu-Image-Manipulation-Program è un editor grafico completissimo, cugino opensource del chiusissimo Photoshop, che permette con i suoi numerosissimi strumenti sia di modificare immagini, sia di crearne da zero utilizzando anche le tecniche di grafica vettoriale. Per installare GIMP potrete clickare qui (oppure aprire un terminale, e digitare sudo apt-get install gimp).

Openshot

Openshot permette, in pochi click, di creare dei veri e propri videoclip unendo in sequenza immagini e video personali, con la possibilità di aggiungere titoli, suoni e transizioni video. Per installare Openshot potrete clickare qui (oppure aprire un terminale, e digitare sudo apt-get install openshot).

Blender

Blender, invece, è uno dei più potenti editor 3D del campo opensource (forse addirittura il più potente). Permette, tramite i suoi strumenti avanzati, di progettare in toto la creazione di sequenze 3D, dalla modellazione al rendering. Per installare Blender potrete clickare qui (oppure aprire un terminale, e digitare sudo apt-get install blender).

Personalizzazione Interfaccia di sistema

Unity tweaking

Siete contenti di Unity? Vi piace questa shell? Bene, potrete personalizzarla ancora di più come meglio credete utilizzando MyUnity. Questo efficiente tool risale già ai tempi non molto remoti di Ubuntu 11.10, e vi permette di modificare cose come il comportamento e la grafica del lanciatore, quicklists, stile della dash, tema di icone, tema grafico, trasparenza del pannello, font e molto altro ancora! A partire da Precise, MyUnity è entrato di fatto a far parte dei repository Multiverse di Ubuntu. Installarlo è semplice: basterà clickare qui (o digitare da terminale sudo apt-get install myunity).

Colgo l’occasione per sottolineare anche che Unity è una shell usabilissima anche senza l’ausilio del mouse: vi sono un botto di scorciatoie da tastiera che semplificano notevolmente il lavoro! Per averne una lista dovrete semplicemente premere e tener premuto il tasto Super.

Alternative ad Unity

Unity non mi piace. Preferisco GNOME 3. Cosa fare?

Bene, niente più semplice che… installarlo! Basterà fare click su questo link e subito dopo su quest’altro per installarlo tramite aptURL (oppure, in alternativa, aprire un terminale e digitare sudo apt-get install gnome-session gnome-shell), dopodichè selezionare la sessione GNOME all’interno della schermata di login.

Vi ricordo che GNOME 3 è personalizzabile in molti dei suoi aspetti (tema, font, visualizzazione icone sul desktop, formato data e molto altro) tramite un tool, tale Gnome Tweak Tool. Anch’esso è presente nei repository di Ubuntu, e può essere installato clickando qui (o, in alternativa, digitando da terminale sudo apt-get install gnome-tweak-tool).

Unity non mi piace. Preferivo il vecchio GNOME 2. Cosa fare?

Beh, fare backport di GNOME 2 su Precise… sarebbe un suicidio! Però abbiamo un’ottima alternativa rappresentata dalla “sessione fallback di GNOME” (quella che di default appare a chi non dispone dell’accelerazione grafica per eseguire GNOME 3). Per installarla potrete fare click qui (oppure digitare da terminale sudo apt-get install gnome-session-fallback), e per utilizzarla dovrete sceglere GNOME Classic (No effects) alla schermata di login (non so se è un mio problema, ma la sessione con gli effetti grafici abilitati [= GNOME Classic] a me finisce irrimediabilmente con un crash). Rinuncerete agli effetti 3D ma.. ne vale la pena.

Mi direte: ma io così non posso personalizzare i pannelli…! Falso: potrete personalizzare, aggiungere e rimuovere pannelli esattamente come facevate con GNOME 2.x! Semplicemente dovrete accompagnare al click destro anche la pressione del tasto SHIFT (e, in alcuni casi, dovrete tener premuto anche il tasto Super [quello col logo di Windows. Thanks to Frankrock74 per la dritta]). Si, la combinazione SHIFT+(Super)+Click Destro su di un pannello fa riapparire il tanto sospirato menu contestuale!

Unity non mi piace, Gnome neppure, vorrei qualcosa di più leggero. Cosa devo fare?

Installare LXDE! Tutto ciò che dovrete fare sarà clickare su questo link (o, in alternativa, digitare da terminale sudo apt-get install lubuntu-desktop). Facendo così, però, lo screenshot di Ubuntu verrà modificato con quello di Lubuntu. Per ripristinarlo potrete seguire questa guida.

Credo di aver terminato! Spero questa guida vi sia stata utile e… buon Precise! :)

71 Commenti

  1. mimmo

    …la mia domanda c’azzecca solo in parte, con questa (ottima) guida: ho personalizzato il mio Ubuntu come piace a me (…ovvio, no?): Gnome-shell (tutta la vita!), sfondo lightdm non-sliding, splash-screen plymouth personalizzato… ma c’è una cosa che (INCONTENTABILE!) non riesco a risolvere… eliminare quei 3 secondi di schermata viola piena prima dello splash… mi accontenterei anche solo di potergli cambiare colore… aiuto!!! ;-)

    Rispondi
  2. Moreno

    Grazie smisuratamente!
    Che dio t’abbia in gloria!
    Dopo anni di utilizzo di Ubuntu solo oggi ho realizzato la mia prima installazione completa da zero e da solo (e devo riconoscere che in effetti ce la potrebbe fare anche una scimmia ubriaca…) ma grazie a questa stupenda guida mi sono smazzato un sacco di micro sottoproblemi: ancora grazie!

    MRN

    Rispondi
  3. Lguerneri

    Per il mio problema ho risolto. Vi dico la soluzione. Formattate il PC e Installate UBUNTU 12.04 nuovo. A quel punto funziona (ricordatevi di non masterizzare il CD ad una velocità superiore ai 10X sennò fa un casino enorme). Questa era la soluzione. Bello, sono soddisfazioni. Però adesso funzione e il salto di qualità è notevole.

    Rispondi
  4. Franzugo

    per personalizzare il pannello: Tasto destro del mouse + Tasto con l’icona di Windows (detto anche tasto super) + Alt (sinistro)

    Rispondi
  5. Opetre

    Ufffff!!!!! Ho due problemi e non so più dove sbattere la testa! 
    1) Ho Ubuntu 12.04 ed ho installato Gnome Shell come in questa guida, ma quando vado a scegliere Gnome come interfaccia di sistema dopo aver chiuso la sessione, mi si avvia la versione classic! Perchè? Praticamente non si avvia la shell e in Impostazione avanzate, alla voce shell theme c’è un triangolino con un punto esclamativo… 2) All’installazione di Ubuntu non è stata installato il GRUB2, ma GNU GRUB versione 1.99-21ubuntu3. Come posso rimediare?
    Grazie in anticipo a tutti quanti!!!

    Rispondi
    • cicciofritz

      il grub2 è proprio grub v1.99 :)

      per gnome shell: hai una scheda video dedicata? e se sì, hai provato ad installare i driver proprietari?

      Rispondi
  6. Opetre

    Ufffff!!!!! Ho due problemi e non so più dove sbattere la testa! 
    1) Ho Ubuntu 12.04 ed ho installato Gnome Shell come in questa guida, ma quando vado a scegliere Gnome come interfaccia di sistema dopo aver chiuso la sessione, mi si avvia la versione classic! Perchè? Praticamente non si avvia la shell e in Impostazione avanzate, alla voce shell theme c’è un triangolino con un punto esclamativo… 2) All’installazione di Ubuntu non è stata installato il GRUB2, ma GNU GRUB versione 1.99-21ubuntu3. Come posso rimediare?
    Grazie in anticipo a tutti quanti!!!

    Rispondi
  7. frankrock74

    Grazie della guida!
    Avrei una domanda :)
    Non riesco in nessun modo, usando gnome classic, ad avere la totale trasparenza dei menu, nella 10.10 bastava commentare una riga in ambience ma qui nn riesco proprio.
    Sapete come si puo fare???
    L’ unica guida che ho trovato, cioè installando una vecchia versione di ubuntu-tweak non mi risolve il problema…
    Credo basti modificare un file come sempre ma quale e dove?
    In qualsiasi caso grazie mille coomunque!

    Frank

    Rispondi
  8. Ostigiancarlo

    Ciao a tutti,
    una precisazione: ho installato Ubuntu 12.04 utilizzando una tastiera senza il tasto Windows  (Super), al suo posto quale tasto posso utilizzare?
    Ad esempio per aggiungere una icona nella barra superiore ho sentito che si usa Super+tasto destro mouse.
    Grazie

    Rispondi
  9. Lguerneri

    Grazie mille per la guida. Ho una sola domanda. Ho aggiornato Ubuntu all’ultima release 12.04 e se da terminale do il comando per vedere che versione ho installto ho la 12.04 a 32 Bit, e fin qui tutto perfetto. Quello che non capisco è:”Perché quando accendo il PC” vedo sempre Ubuntu 11.10 da tutte le parti? Non dovrei vedere Ubuntu 12.04 nelle scritte appena accendo il PC? Non capisco, che è successo? Posso farci qualcosa?

    Rispondi
    • Tanino Rulez

      Ciao! Hai aggiornato da Ubuntu 11.10 oppure installato da zero?

      Rispondi
      • Lguerneri

         Ho aggiornato dalla 11.10. Il bello è che Tu accendi il PC e Ti dice 11.10. Poi hai la schermata quella con i puntini di sospenzione che Ti dice ancora 11.10, poi arrivi alla schermata dove devi mettere la password e lì Ti dice 12.04!
        Se poi da terminale digiti il comando per sapere che versione hai installata il PC Ti risponde che hai installato la 12.04. Boh….non capisco che cavolo sia successo….

        Rispondi
    • Lguerneri

       Oltre al problema che ho segnalato, a quanto pare però nessuno di Voi sa come se ne viene a capo adesso non si sente più l’Audio di Youtube nè con Firefox né con Opera (con Opera il problema non c’è mai stato). Flash è aggiornato. Che posso fare?

      Rispondi
  10. Domenico

    Per fare il figo ed avere altre alternative ad Unity ho installato come da istruzioni Lubuntu sudo apt-get install lubuntu-desktop. Tutto bene, ma ora, come avvio il PC mi viene la schermata di caricamento di Lubuntu.. Come faccio a rimettere quella solita di Ubuntu? E come faccio ad eliminare LXDE? Grassie!

    Rispondi
    • Giornale di Sistema

       Nel login, dove metti la password, non c’è più la scelta dell’interfaccia grafica da far partire? È l’icona a destra del tuo nome utente, se c’è ancora… cliccaci su e scegli “Ubuntu” per il classico Unity con l’accellerazione 3D.

      Rispondi
      • Domenico

        Sì, la schermata dove scegliere l’interfaccia grafica c’e’ eccome.
        E’ prima di arrivare a tale schermata invece di esser viola con la scritta Ubuntu, è Blu con la scritta Lubuntu.. Cmq, questa sera proverà a cancellare LXDE e vedo se la cosa torna a posto.Grassie!

        Rispondi
    • Giornale di Sistema

       Dimenticavo per eliminarlo:

      sudo apt-get remove lubuntu-desktop

      poi dai una ripulita con

      sudo apt-get autoremove

      e riavvii.

      Ovviamente loggati da Unity PRIMA di eliminare lxde.

      Rispondi
    • Tanino Rulez

      spero risolvi semplicemente digitando

      sudo apt-get remove lubuntu-desktop

      Fammi sapere..

      Rispondi
  11. Giornale di Sistema

    Con Ubuntu 12.04 a 64 bit, Firefox 12 e Java 6 update 32 almeno da me non vanno per niente d’accordo: crash senza appello di Firefox!

    Capita anche a qualcun altro?

    Rispondi
  12. Lugi Masetti

    ho fatto avanzamento di versione alla 12.04 su un netbook acer ispire one (D570)
    la risoluzione non e’ settata correttamente (1024X600) ma solo 1024X768…
    dove posso trovare driver per questo gestione video (INTEL 350) ?
    grazie
    luigi

    Rispondi
  13. adriana rizzati

    Grazie mille per la guida, mi è stata utilissima!
    In quanto alle impostazioni di sistema, c’è un modo per settare Ubuntu in modo che alla chiusura del laptop si arresti? Io nelle impostazioni di sistema non l’ho più trovato già dall’uscita di Oneiric… per questo ed altri motivi sono ancora rimasta a Natty Narwhal come sistema principale: ha molte funzionalità utili che in seguito sono state eliminate, e passare a Oneiric non valeva ancora la pena.

    Adesso però Pangolin mi piace molto, perchè in confronto a Oneiric è più fluido e reattivo, perciò dopo essere riuscita ad adattarlo alle mie esigenze mi manca proprio questa cosa dell’alimentazione: vorrei poter arrestare il pc chiudendo il laptop.
    Esiste un modo per settarlo in questo modo, magari utilizzando un comando da terminale?

    Rispondi
  14. Aveiro

    Ciao a tutti, ho installato la nuova precise pangoline ma non ho nessun nuovo di avvio, come lo reimposto? grazie

    Rispondi
  15. peppe

    Ciao. non riesco ad aggiunere applet alla barra(anche facendo shift+tasto destro). perchè?

    Rispondi
    • frankrock74

       In effetti bisogna tenere premuti il tasto start+alt e poi click dx sul pannello!

      Rispondi
      • Jessica Lambiase

         A me funziona con alt+click, ma buono a sapersi che c’è bisogno anche del tasto super… aggiungo alla guida e ringrazio!

        Rispondi
        • frankrock74

           L ho letto in una guida ma confermo che funziona solo con ALT
          E grazie a voi!!
          PS Un modo per rendere trasparenti i menu di gnome classic su Pangolin ?
          La guida che si trova online con Ubuntu-Tweak non mi permette di farlo!
          Sapete per caso quale file contiene la magica impostazione e magari quale sia??? :))))))
          Anche se mi piace gnome 3 per ora mi mantengo i pannelli con tutte le mie modifiche che ho fatto nel tempo, mi velocizzano tutto.

          Chao

          Rispondi
    • Jessica Lambiase

       Prova con Shift+SUPER+Tasto dx

      Rispondi
  16. Matty

    Giusto per dire:bentornata Jessica!!

    Rispondi
  17. Gaetano

    Salve, ho appena installato ubuntu 12.04 con scheda video nvidia è sotto la voce “driver aggiuntivi” mi ha installato i driver della scheda video e mi funziona il 3d. Volevo sapere se vanno bene questi che mi ha installato in automatico oppure se devo seguire la guida spiegata in questo articolo ed installare i driver da altri repository? grazie a chi mi risponderà

    Rispondi
    • Tanino Rulez

      Puoi benissimo tenerti questi, non avrai problemi! In futuro, in caso di aggiornamenti, potrai utilizzare la procedura descritta per installare le nuove versioni dei driver :)

      Rispondi
  18. Salvatore Manfredi

    Jessica Lambiase è tornata su Chimera Revo?? E da quando?
    Scherzo mi fa molto piacere perché te ne sei andata poco dopo la mia scoperta di questo sito..

    Comunque ottima guida!

    Rispondi
  19. Sntmarino44

     Ottima Guida :)

    Rispondi
  20. ciuffarin.francesco

    La dash è mobile? Se così non fosse come faccio a renderla mobile?

    Rispondi
  21. Luca Hesher Montanari

    ma è uscita? perchè io sul sito ufficiale trovo solo la beta2..

    Rispondi
  22. Callle

    Grazie per la guida!

    Una domanda: che differenza c’e’ se installo Gnome classico tramite
    sudo apt-get install gnome-panel
    invece che con sudo apt-get install gnome-session-fallback?A volte trovo un comando a volte un altro sulle guide e non capisco quale usare!

    Rispondi
    • Jessica Lambiase

       Poi devi dirmi chi è che ti fa installare Gnome fallback utilizzando apt-get install gnome-panel!
      Ti spiego: il pacchetto gnome-session-fallback è quello che comprende TUTTI gli applicativi e le librerie per far funzionare l’ambiente GNOME; Con apt-get install gnome-panel, in realtà, tu dici ad apt di installare SOLO e SOLTANTO i due pannelli. La procedura funziona correttamente in quanto installando gnome-panel è APT a decidere di installare come dipendenza tutto il resto. Forse il risultato sarà lo stesso, ma installare GSF con “sudo apt-get install gnome-panel” è… davvero poco ortodosso:)

      Rispondi
      • Callle

        be se vuoi te li linko…ma il sito è  “lffl”, lo consocete immagino…

        Rispondi
        • Jessica Lambiase

          Si, lo conosciamo…eccome!
          Vabbè, ora che conosci la differenza dovresti essere in grado di valutare quale sia la soluzione più corretta:)

          Rispondi
  23. Nicola Mastrandrea

    Ciao grazie per la guida.
    Hai provato ad installare Conky su Gnome 3? 
    Si installa ma al termine della configurazione la maschera non è in primo piano e non si vede (ho provato a richiamarlo da terminale ma mi esce solo una maschera nera senza la personalizzazione impostata)

    Rispondi

Rispondi