Ubuntu 12.10 potrebbe avere una versione ISO dedicata a GNOME Shell

Gli amanti delle serie televisive potrebbero definire quello di cui sto per parlarvi un altro bello spin-off di Ubuntu. Nonostante Unity stia notevolmente migliorando, e nonostante l’apprezzamento - seppur lento – da parte della community, pare proprio che Mark Shuttleworth senta il bisogno di battezzare un’altra versione di Ubuntu che abbia, come desktop manager, proprio Gnome Shell.

D’altra parte… perchè no? Sarebbe mica la prima volta? Gli spinoff di Ubuntu, oltre che differire per l’ambiente di esecuzione (un esempio? Ubuntu Server ed Edubuntu), differiscono anche per ambiente desktop (DE – desktop environment): infatti abbiamo Kubuntu che ha come DE KDE, Lubuntu che è equipaggiata con LXDE, Xubuntu che è equipaggiata con XFCE… e, allora, perchè non creare una distribuzione che sia equipaggiata con Gnome Shell?

Se ne è parlato durante l’ultimo giorno dell’UDS 2012 e, a quanto sembra, la cosa potrebbe essere fattibile: potremmo vedere distribuita Ubuntu 12.10 Quantal Quetzal anche in versione GNOME Shell, con tutte le eventuali modifiche del caso.

Il che è ben diverso da Ubuntu Gnome Shell Remix! Innanzitutto la nuova ISO sarebbe progettata e distribuita direttamente da Canonical (vi ricordo che Ubuntu GSR è un progetto a parte), bensì potremmo assistere anche a modifiche non indifferenti, a livello applicativo:  il browser web predefinito potrebbe diventare Epiphany, il client mail predefinito Evolution, la suite Libreoffice potrebbe vedersi sostituita con ABIWord e GCalc, potrebbe essere introdotto il supporto a GNOME Classico…

Gli sviluppatori sono d’accordo sul fatto che la nuova modalità di distribuzione del sistema operativo susciterà con ogni probabilità l’interesse degli utenti, anche se – e questo durante la conferenza si è tenuto a precisarlo - la distribuzione principale resterà sempre e comunque unity-based.

Il perchè di questa “scissione” è presto detto: il desktop Unity è sempre meno legato a GNOME (nonostante sia stato, almeno fino agli ultimi mesi, fortemente incentrato su questo) e sempre meno dipendente dalle sue funzionalità. Senza contare poi che l’utenza sta prendendo sempre più confidenza con GNOME 3.x, apprezzandone sempre di più l’esperienza d’uso!

L’ultima questione resterebbe il nome: immediatamente fuori dai giochi “Gubuntu” (che rassomiglierebbe troppo a Goobuntu, altro spin-off del sistema operativo basata sui servizi Google), in lizza invece nomi come GNOBuntu, Ubuntu GNOME, GNOME Ubuntu, UbuGNOME e Gnome OS. Si, sicuramente gli sviluppatori – in questo – non mancano di originalità… =P

Francamente credo che la cosa avrà non poco successo: è vero, ad oggi – con mezza linea di apt-get – è possibile installare GNOME Shell su Ubuntu, ma avere nativamente ambiente desktop, applicazioni gnome-based ed un sistema completamente incentrato sul desktop GNOME sia tutt’altra storia. Stiamo a vedere cosa succederà!

E ritornando alla storia del nome… non vi farebbe ridere una cosa come “GNOBuntu 12.10 Quantal Quetzal“? A me sa tanto di cartone animato, non chiedetemene il perchè! In tutti i casi, secondo voi questa è una buona idea? Ditecelo!

21 Commenti

  1. Jessica Lambiase

    No è che… scrivere dopo una giornata di lavoro psicofisico porta effetti devastanti! Mi scuso umilmente per l’errore (e giuro che conosco la differenza tra epiphany ed evolution) :)

    Rispondi
  2. Talponesoldato

     Ubuntu GNOME è il nome che preferisco. Gnobuntu è qualcosa di ridicolo.

    Rispondi
  3. Ospite

    gnubuntu non mi dispiacerebbe affatto, anzi, sarebbe così se gnome 3 non mi desse quegli snervantissimi freeze che mi costringono a riavviare, fedora 15, mint 12, ubuntu 32 e 64 bit in non so più quante versioni, nulla dafare! per quanto mi piaccia gnome 3… :(

    Rispondi
  4. Aury88

    dubito Gnome Os…è già il nome di un progetto avviato dalla gnome foundation (tra l’altro forse basato su infrastruttura ubuntu). personalmente? ho sempre immaginato la futura evoluzione di unity come shell di gnome (in alternativa a gnome-shell). penso comunque che per la 14.10 (non ci penso proprio a mettere una non-LTS sull’unico pc che ho funzionante) passerò a lubuntu o ad alternative comunque molto più leggere di unity

    Rispondi
  5. Davide Alberelli

    “il browser web predefinito potrebbe diventare Evolution, il client mail predefinito Epiphany, la suite Libreoffice potrebbe vedersi sostituita con ABIWord e GCalc, potrebbe essere introdotto il supporto a GNOME Classico…”Credo che manchi un pezzo, perché Evolution è un client mail e non un browser, Empathy è un gestore di chat e non un client mail e il browser predefinito di Gnome si chiama Epiphany o, più semplicemente, Web.Detto questo, io ho fatto la prova e per fare le stesse cose con Unity e con Gnome Shell il secondo mi richiede quasi sempre la metà dei tasti e dei click (e quindi la metà del tempo, almeno per le cose che faccio io).Inoltre la personalizzazione del secondo rispetto al primo (imho) non ha paragoni, basti pensare che dal nulla io ho scritto in mezz’ora la prima versione di quest’estensione: https://extensions.gnome.org/extension/230/battery-remaining-time/ mentre per farlo con Unity avrei dovuto imparare quanto meno a costruire e distribuire un file .deb.

    Quindi secondo me distribuire una versione con Gnome Shell sarà una cavolata enorme per il semplice fatto che darà un effetto boomerang notevole.
    Per quel che riguarda il nome, Gnome OS non potrà esserlo, perché Gnome sta già progettando di lavorare su un suo OS: http://live.gnome.org/GnomeOS/ (che, conoscendo un po’ lo sviluppo della Shell, molto probabilmente sarà basato su Fedora)

    Cooomunque, credo che sarò in prima fila nel testing di GNOBuntu 12.10 Quantal Quetzal!!!

    Rispondi
  6. BlackDiamond87

    Personalmente sono d’accordo. Io uso principalmente Unity perchè mi piace di più (anche se gnome shell non lo trovo affatto male, anzi come Unity migliora sempre di più..) ma credo sia giusto che l’utente scelga dal principio il DE che preferisce.
    P.S: “GNOBuntu 12.10 Quantal Quetzal” è qualcosa di favoloso :D

    Rispondi
  7. Stefano

    nell’articolo hai scritto che Xubuntu ha LXDE… ;)

    Rispondi
  8. Cuccu

    A me non sembra una grande idea, Unity è diventato abbastanza stabile ed intuituvo e anche graficamente mi piace molto. Spero che l’eventuale versione con gnome abbia un nome diverso da “ubuntu”

    Rispondi
  9. Davide Di Francesco

    Gnome OS lo quoto come nome probabile. Comunque non ho più problemi ad usare Unity, oramai mi è diventato familiare.

    Rispondi
  10. Giovanni Sacino

    finalmente_l’hanno_capito

    Rispondi
    • Steve

      Hanno capito che se dovesse uscire Gnome OS (by Gnome) gli utenti che usano gnomeshell potrebbero decidere di non installarla più su ubuntu.

      Rispondi
  11. Roberto Schiavone

    Avrei preferito una versione con MATE integrato :D

    Rispondi
    • Dan

      Finalmente è dai tempi di oneiric che aspetto questa versione!!altro che unity gnome shell forever :-)

      Rispondi

Rispondi