Samsung Galaxy S3: i benchmark ne confermano la potenza

Nel momento in cui viene rilasciato uno smartphone di fascia alta ci si aspetta sempre molto, in particolar modo sotto il profilo delle prestazioni. A conferma di ciò negli ultimi tempi abbiamo a che fare con dispositivi che non avremmo mai osato immaginare prima: processori dual-core o addirittura quad-core, RAM da 1 Gigabyte o più e rendimenti grafici più propri di una console che di un “cellulare intelligente”. Il Samsung Galaxy S III è ovviamente uno di questi e dall’alto della sua CPU Exynos 4 Quad (e non solo) sembra quasi essere il top del momento. Ma sarà davvero così?

L’unico modo, seppur opinabile da alcuni punti di vista, per poter asserire se uno smartphone è migliore di un altro sotto determinati aspetti è quello del benchmark. I recenti test effettuati da AnandTech ci danno alcune cifre che mettono alla luce le potenzialità del nuovo gioiello di Samsung, permettendoci di fare alcuni confronti con i principali concorrenti.

Iniziamo con i test tipici legati al web, ossia quelli che esaminano i tempi di esecuzione di script lato client. Il Samsung Galaxy S3 riceve un ottimo punteggio, ma il primo posto è riservato al Lava XOLO X900. Tuttavia la differenza non è molta: siamo certi che all’atto pratico, durante il caricamento delle pagine, è quasi impercettibile.

Passiamo ora alla parte più interessante, quella che mette a dura prova le capacità elaborative dello smartphone: i test grafici. Lo studio è stato condotto utilizzando due diversi software: Vellamo e GLBenchmark 2.1. Il primo dei due è quello che ha dato dei risultati un po’ più distaccati dagli esiti generici poiché vede il Samsung Galaxy S3 al secondo ad una certa distanza dall’HTC One X.

Il secondo dei due software è stato usato in due differenti versioni: Egypt e Pro. Il primo è probabilmente quello più affidabile poiché è stato progettato per lavorare esclusivamente su OpenGL ES 2.0. Il secondo, invece, è il risultato di un porting da una edizione precedente, la quale in principio era incentrata su OpenGL ES 1.1, ora quindi in grado di testare OpenGL ES 2.0. In entrambi i casi i risultati sono ottimi, vicinissimi a quelli ottenuti dal primo classificato, l’HTC One S.

Riassumendo, l’ultimo smartphone di Samsung è senza dubbio in grado di garantire prestazioni eccezionali. Il fatto che nei risultati dei testi sia in qualche frangente leggermente al di sotto di alcuni concorrenti significa ben poco. Ricordiamo che i bechmark danno dei risultati che, per quanto precisi possano essere, non sono mai certi al 100 %.

via

6 Commenti

  1. azz

    diciamo che il migliore è l’s4  con 2 processori sorpassa i quad core e consuma la metà

    Rispondi
  2. Matteo Colella

    Gli ultimi due bench vengono eseguiti castrando il frame rate a 60fps, il 59 del gs3 si spiega grazie al margine d’errore, anche perchè monta la stessa gpu del gs2 ma tirata in frequenza di oltre il 50%. Sarebbe utile vedere come si comporterebbe ad fps sbloccati, ma credo che sia superiore nonostante tutto, al tegra3

    Rispondi
    • Roberto De Santis

       Io credo che i benchmark diano dei dati puramente indicativi. Il vero rendimento lo si vede tenendo gli smartphone davanti agli occhi e lanciare qualche gioco per capire quale dei due dà prestazioni migliori.

      Rispondi

Rispondi