ssd macbook pro

SSD MacBook Pro: quale comprare e perché

Per quanto di piccole dimensioni, una memoria SSD può fare davvero la differenza in termini di prestazioni. Vediamo come utilizzarla a bordo di un MacBook Pro.

Se possedete uno dei tantissimi portatili Apple in circolazione, magari con qualche anno di troppo sulle spalle, non è detto che lo dobbiate necessariamente cambiare.

Un calo di prestazioni può essere fisiologico dopo qualche anno di utilizzo anche se sappiamo bene che la macchine made in Cupertino di solito riescono a reggere meglio il passare del tempo rispetto alla concorrenza. Questo può essere contrastato scegliendo una SSD per MacBook Pro.

La velocità di un PC al giorno d’oggi infatti, proviene soprattutto da questo particolare tecnico che riesce a garantire una velocità di lettura e scrittura dei dati decisamente più alta rispetto a un hard disk tradizionale.

SSD su MacBook Pro: perché utilizzarla

Una memoria SSD, soprattutto se montata su di una base hardware ancora di buon livello, permette davvero di fare la differenza in termini di velocità di esecuzione e rapidità del sistema.

Utilizzare una SSD su MacBook Pro riesce decisamente a ridurre lo svantaggio rispetto ai computer portatili più moderni, andando a migliorare sensibilmente l’esperienza utente e donandovi un po’ di sollievo rispetto alla frustrazione dovuta alla lentezza del PC.

Per vostra fortuna poi, il prezzo di questa componente è notevolmente diminuito rispetto al passato e vi permetterà di acquistarne una di buona qualità a prezzi decisamente vantaggiosi. Vi ricordiamo poi, che montare una SSD su MacBook Pro al posto del tradizionale hard disk, porta dei vantaggi di velocità facilmente registrabili con un apposito benchmark. In media si parla di velocità di trasferimento dati almeno triplicate, con un notevole decremento anche dei tempi di boot (accensione) del dispositivo.

Come montare SSD su MacBook Pro

Un normalissimo MacBook Pro, nonostante non ne sia equipaggiato al momento dell’uscita della fabbrica, può agevolmente montare un’unità SSD al posto del classico HDD a dischi magnetici.

Il nostro consiglio è di rimpiazzare l’Hard Disk presente all’interno del portatile direttamente con una SSD per MacBook Pro. In alternativa potete decidere di eliminare il lettore DVD e sostituirlo con una SSD secondaria che affianca l’hard disk principale ma si tratta di un’operazione complessa e difficile da gestire, soprattutto per i principianti.

Articolo successivo