Categorie
Android Smartphone

Glossario Android: i termini del modding

Continuiamo la rubrica dedicata ai nostri articoli glossario perché sappiamo quanto i termini specifici possano intimorire i neofiti di Android. Spesso procedure assolutamente banali sembrano pezzi di ingegneria aerospaziale quando invece sono banalissime: purtroppo se infarcite di termini che non sono di certo di immediata comprensione possono portare problemi.

Per rendere comprensibili le guide sul modding e sul root abbiamo riunito in questo post tutti i termini che dovete conoscere per comprendere le guide (ed evitare di farvi spaventare inutilmente).

I termini Recovery, Rom, Flashing li trovate già in una precedente puntata del nostro glossario.

Continuando con gli altri:

  • Modding– le procedure volte a modificare il firmware del proprio dispositivo per aumentarne le funzioni o semplicemente farlo funzionare meglio.
  • Bootloader – è il software che parte appena si accende il terminale Android fornisce al dispositivo le istruzioni necessarie ad avviare il sistema operativo, similmente a quanto fa il bios su PC. Di solito è bloccato e non permette l’installazione di ROM personalizzate, quindi si deve provvedere a sbloccarlo tramite una procedura apposita. Attenzione: di solito lo sblocco del bootloader invalida la garanzia dello smartphone o tablet e cancella tutte le app e i dati salvati su quest’ultimo (è una misura di sicurezza).
  • Kernel – (nucleo in italiano) è la parte fondamentale di ogni sistema operativo e quindi anche il cuore di Android, è il componente software che fornisce ai processi un accesso controllato all’hardware. Kernel modificati sono in grado di aumentare sensibilmente le prestazioni di un terminale, a volte (ma non sempre) abbassano leggermente la stabilità.
  • Radio – la parte del firmware (il software del vostro dispositivo che contiene i driver e il sistema) che contiene i driver che mettono in comunicazione il sistema del vostro device con l’hardware legato alla rete (la connessione WiFi, la connessione mobile, la localizzazione GPS e la linea voce). Su Internet se ne trovano diverse specifiche per ogni dispositivo, alcune possono aumentare la ricezione con alcuni operatori e wifi, e le prestazioni del gps.
  • Gapps – le ROM personalizzate di Android, normalmente per una questione di diritti e licenza, non possono contenere le applicazioni di Google (che comprendono il Play Store, Gmail, Maps, Play Music e molte altre). Per colmare questa grave mancanza basta scaricare da Internet un pacchetto denominato Gapps che contiene le app Google adatte per la vostra versione di Android.
  • Nandroid – è il backup completo per eccellenza dell’intero terminale Android. Contiene: app, dati e impostazioni. Può essere effettuato purtroppo solo dopo aver installato una recovery alternativa.

[articolo id=”203544″]

  • ADB – acronimo di Advance Debug Bridge, è un software per sviluppatori che permette facilmente di comunicare con i dispositivi Android dal PC tramite linea di comando. E’ fondamentale per sbloccare il Bootloader, per fare il root del dispositivo e per installare una recovery modificata.
  • SuperSU/SuperUser – sono quei i software che dopo che avrete fatto il  root, vi consentiranno di gestire i permessi. Potrete infatti  decidere quali app potranno accedere al sistema sfruttando i privilegi da amministratore e quali invece no. Quando una app richiederà di utilizzare i privilegi sarete avvisati da dei comodi avvisi e potrete decidere se assegnarglieli.
  • Fastboot – è una particolare modalità di avvio di Android nata per permettere di modificare file di sistema quando il dispositivo è connesso a un computer tramite cavo USB. Per accedere a Fastboot di solito è necessario avviare il proprio dispositivo premendo una combinazione di tasti specifica (tende a variare col dispositivo) sarà facile trovarla con una ricerca su Google.
  • Debug USB – è una modalità per il collegamento di Android al computer tramite cavo USB richiesta dalla maggior parte dei software per il root e dal funzionamento di adb. Per attivarla potete consultare la nostra guida.

Ci sono altri termini poco chiari nel modding Android che dovremmo inserire? Segnalatecelo e saremo pronti ad aiutarvi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *