hype web

Hype: le differenze tra l’app e il sito web

Qualche settimana fa, Hype, ha deciso di rendere pubblico il sito web ufficiale, molto utile per gestire il proprio conto direttamente da interfaccia desktop e quindi da PC o Mac. Per chi non lo sapesse, stiamo parlando del servizio bancario digitale di proprietà di Banca Sella, diffusosi in tutta Italia circa due anni fa. Essendo però un’interfaccia “giovane” rispetto all’applicazione per Android e iOS, troviamo delle mancanze che, in determinati casi, potrebbero risultare fastidiose. In questo articolo ovviamente andremo proprio a distinguere le operazioni disponibili sul sito, rispetto a quelle dell’applicazione mobile.

Prima di iniziare vi ricordiamo la promozione attiva in questo momento (scadenza 31 giugno 2019), ovvero 10 euro in omaggio a chi crea un nuovo conto Hype attraverso questo link. Tutti avranno inoltre la possibilità di ricevere dei buoni regalo Amazon dal valore di 50 euro.

Arriva la gestione web di Hype, ma cosa manca?

Proprio come anticipato quindi, all’interno del sito web non sono presenti tutte le funzioni che siamo abituati ad utilizzare nell’app mobile, ma quali sono più precisamente i limiti?

Schermata Home

La prima schermata che ci viene in aiuto è ovviamente la “Home”, ovvero quella in cui sono raggruppati tutti i movimenti (entrate ed uscite) e il saldo totale disponibile per eventuali acquisti. A livello di informazioni non troviamo effettivamente differenze con l’app, ma per ogni transazione eseguita non si potrà “dividere la spesa” richiedendo denaro ad altri utenti. Rimane invece la possibilità di aggiungere una descrizione ad ogni acquisto e la sua categoria di appartenenza.

Pagamenti

I veri limiti arrivano invece all’interno della sezione “Pagamenti”, la quale non va oltre le transazioni derivanti da Bonifici. Non manca invece la ricarica telefonica e i pagamenti di un bollettino (in arrivo). Nulla di particolarmente interessante rispetto all’applicazione che invece aggiunge lo scambio di denaro tra utenti Hype (fondamentale) e il pagamento in negozio.

Articolo successivo

Tag