Come crescere su TikTok e avere follower

Come andare nei per te su TikTok

Ultimamente non si fa altro che parlare di TikTok, il nuovo social che sta conquistando le classifiche mondiali, entrando addirittura in competizione con i maggiori social quali Instagram, Twitter o Facebook. In breve tempo è diventando la nuova moda dei ragazzi, capaci di diventare delle vere e proprie star grazie a dei video della durata di pochi secondi. Ma come si può diventare più famosi? Il miglior metodo per crescere su TikTok è quello di riuscire a finire nella bacheca “Per te”, ovvero quella sezione mondiale che, attraverso il feed, ti consiglia i contenuti migliori in base ai tuoi gusti.

Dunque, dopo averti spiegato come funziona TikTok, ti daremo dei semplici ed utili consigli per scalare la vetta delle classifiche e finire nei “Per te”.

L’algoritmo TikTok e la regola base per finire nei “Per te”

L’algoritmo di TikTok funziona in questo modo: i video diventano virali o finiscono nei “Per te” per un preciso motivo. Qual è questo motivo? Bisogna spingere l’utente a guardare TUTTO il video che avete caricato: più il video viene visualizzato interamente, più è probabile possa finire nei “Per te”. Naturalmente questo deve accadere nei primi minuti che il video viene condiviso su TikTok: se succede, riceverete anche molti “cuori” (mi piace) e magari commenti.

Questo è dunque il funzionamento base dell’algoritmo di TikTok sul come finire nei “Per te” e far diventare virale il vostro video. Non importa cosa condividete, potete condividere qualsiasi video vogliate (di voi, di gattini, di tecnologia): l’importante è che riusciate a tenere incollato l’utente fino alla fine. Perciò, sappiate che i primi secondi sono fondamentali per attirare l’attenzione.

Consigli per creare video e un profilo di qualità

Naturalmente, per ottenere il successo sperato, dovrete anche creare video di qualità. Ma cosa significa? Significa che bisognerà realizzare video con immagini nitide, non sfocate, non tremolanti e, soprattutto, che catturino l’attenzione dell’utente in appena 2 secondi

Articolo successivo

Tag