iTunes non riconosce iPhone: come risolvere

iTunes non riconosce iPhone quando lo collegate al vostro PC? Niente paura, il problema potrebbe essere meno grave del previsto!

Nell’era del Cloud, dove tutto viene fatto direttamente dal dispositivo, è sempre più raro connetterlo al PC per sincronizzare i dati o scaricare un aggiornamento. iCloud è un’alternativa davvero ottima: non presenta problemi di funzionamento e permette di archiviare dati e backup da qualsiasi parte del mondo. Se però siete ancora alla vecchia maniera, cosa bisogna fare quando iTunes non riconosce iPhone?

Spesso, infatti, il media player di Apple viene utilizzato per sincronizzare la propria libreria musicale, specie se acquistata al di fuori di iTunes. Inoltre, visto che solo iCloud offre gratuitamente solo 5 GB di spazio, può essere utile per archiviare i propri backup o per effettuare un downgrade o ripristino della versione di iOS. In questo caso, se iTunes non riconosce iPhone, il problema potrebbe essere davvero grande.

Prendete per assurdo che dopo un aggiornamento non andato a buon fine doveste ripristinare il vostro smartphone. Senza la connessione con iTunes questo sarebbe praticamente impossibile e vi dovreste rivolgere ad un centro assistenza. Proprio per questo motivo oggi vedremo insieme come agire quando iTunes non riconosce iPhone.

cop 3
Configurazione iPhone: i passi da seguireAvete appena comprato un nuovo iPhone e avete paura di sbagliare a configurarlo? Tranquilli, questo articolo fa al caso vostro.

iTunes non riconosce iPhone

A volte potreste rimanere sorpresi quando capite qual è il problema che impedisce ad iTunes di riconoscere iPhone. Per esperienza personale vi possiamo dire questo. Capita a volte di trovarsi di fronte a porte USB che non fanno bene il loro lavoro. Sopratutto quelle frontali, nei computer più datati, sono più lente e poco indicate per “spostare” grandi quantità di dati come avviene nei backup e nei ripristini.

Per questo, se iTunes non riconosce iPhone, vi consigliamo per prima cosa di provare a cambiare la porta USB che utilizzate. Nella nostra esperienza con il modding Android, capita frequentemente di dover utilizzare quasi per forza le porte poste dietro il case. Questo perché provengono direttamente dalla scheda madre e hanno molte meno possibilità di subire guasti e malfunzionamenti.

Articolo successivo