Tutte le bande 4G/LTE degli operatori italiani

Avete deciso di comprare uno smartphone LTE compatibile all'estero? State attenti alla scheda tecnica, Internet ultraveloce potrebbe non funzionare in Italia

Quanti di voi avranno pensato, complici i prezzi vantaggiosi o le appetitose caratteristiche, di acquistare uno smartphone all’estero e di portarlo con sé in Italia nella speranza di aver fatto un grosso affare?

China Android
Smartphone cinesi: perché costano meno della concorrenza?Gli smartphone cinesi diventano sempre più popolari anche grazie ai prezzi più bassi a parità di funzionalità e hardware. Cosa c'è dietro a questo successo?

Si tratta di un modus operandi sempre più diffuso, complici anche gli store intercontinentali – in particolare quelli cinesi – che permettono di acquistare dispositivi di buona qualità a prezzi assolutamente competitivi.

cina11
I migliori siti e store cinesi sicuri e affidabili per acquisti onlineVoglia di shopping online dal paese dei dragoni? Vediamo insieme i migliori siti cinesi per acquistare e risparmiare in sicurezza.

Lingua del sistema operativo a parte, c’è un grossissimo problema che non tutti hanno ben presente e che, nella gran parte dei casi, finisce per lasciare l’amaro in bocca: la compatibilità della banda LTE.

Questo standard che offre connettività dati mobile a velocità elevata è attivo su un certo numero di bande di frequenze, che tuttavia variano da Stato a Stato.

Per dirla in breve, uno smartphone acquistato (ad esempio) in Cina potrebbe non essere compatibile con la banda di frequenza 1800 MHz né con la 2600 MHz, per cui una sim Wind inserita in quello smartphone non potrebbe usufruire della connettività LTE (che in Italia funziona esclusivamente su queste due bande).

Come ovviare quindi a questo problema? Semplice, la prima cosa da fare è conoscere le bande LTE degli operatori Italiani di telefonia che offrono il servizio.

Tutte le bande 4G/LTE degli operatori italiani

Le bande utilizzate per LTE in Italia sono di frequenza 800 MHz, 1800 MHz e 2600 MHz, ripartite in questo modo:

  • Telecom Italia: 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz.
  • Vodafone Italia: 800 MHz, 1800 MHz, 2600 MHz.
Articolo successivo